Quante volte abbiamo visto lo schermo dello smartphone rompersi dopo una brutta caduta? Probabilmente tante, ma quasi sempre il telefonino è tornato a funzionare regolarmente, seppur sfregiato. Ma cosa succede se invece si danneggia il display di una Tesla Model 3, che rappresenta in un certo senso il cuore delle auto di Elon Musk e soci? L’auto continuerà a viaggiare senza problemi?

Lo youtuber statunitense TechRax ha fatto questo esperimento “in nome della scienza”, pubblicando il video su Internet. Vi rassicuriamo subito: il monitor di una vettura non può cadere dalle mani come un cellulare, quindi per romperlo serve l’aiuto di un martello. E difficilmente qualcuno lo impugnerebbe per sbaglio alla guida.

Nessun problema

La curiosità nasce perché le Tesla sono quasi completamente controllate dal touch screen. Lo youtuber comincia quindi a picchiare lentamente, senza rilevare alcun tipo di problema.

Non soddisfatto del (buon) risultato, passa a colpi sempre più forti, che portano le prime crepe sullo schermo. Dopo 2 minuti e 35 secondi di filmato, il display smette di funzionare, facendosi nero e a tratti blu. Come se la tortura non bastasse si arriva addirittura a staccare il display dalla vettura di Elon Musk.

Chi rompe paga

Ma la Tesla Model 3 continua ad andare dritta per la propria strada, accelerando e fermandosi come se niente fosse successo. Trenta minuti di pausa e poi di nuovo al volante, per controllare che eventuali malfunzionamenti si manifestino solo dopo la sosta. Invece, per fortuna, nulla di strano.

L’auto riparte e riesce a fare tutto, compresa la retromarcia. Persino l’app controlla ancora apertura e chiusura, musica e climatizzatore. Ma alla fine dei 6 minuti di video, il conto per comprare un nuovo display si mostra salato: 1.477 dollari e 20 centesimi.