Grimaldi Group fa un passo importante verso un trasporto marittimo più rispettoso dell’ambiente. Lo fa con le due navi Ro-Ro Eco-Catania ed Eco-Livorno, che entrano in servizio sulla rotta Ravenna-Brindisi-Catania in sostituzione dell’Eurocargo Sicilia e dell’Eurocargo Catania.

Le due nuove navi sono spinte da un powertrain ibrido di ultima generazione e sono in grado di utilizzare combustibile fossile durante la navigazione e di gestire le soste in porto con la sola energia elettrica. Una volta raggiunta la banchina, infatti, sfruttano l’elettricità immagazzinata in una gigantesca batteria agli ioni di litio da 5 MWh.

Più grandi e più efficienti

La batteria, che si ricarica durante la navigazione mediante l’uso di shaft generator (generatori posti in corrispondenza degli alberi motore), del sistema peak saving (dispositivo che accumula energia quando i consumi sono bassi e la rilascia quando si alzano) e di 350 metri quadrati di pannelli solari, fornisce energia sufficiente per soddisfare tutte le necessità di bordo quando la nave è ferma.

La Eco-Catania e la Eco-Livorno sono lunghe 238 metri (le navi che sostituiscono si fermavano a 220) e sono larghe 34 metri. Leggermente più grandi delle precedenti, hanno una capacità di carico quasi doppia nei garage, e una capacità di carico tripla rispetto alla precedente generazione di navi ibride “Ro-Ro”. Hanno una stazza lorda di 67.311 tonnellate e sono capaci di trasportare 7.800 metri lineari di merci rotabili a testa. Si tratta di un carico di circa 500 trailer e 180 automobili.

Grimaldi Eco-Catania ed Eco-Livorno
  • Lunghezza: 238 metri
  • Larghezza: 34 metri
  • Tonnellaggio lordo: 67.311 tonnellate
  • Capacità di carico: 7.800 metri lineari di merci rotabili, pari a 500 trailer e 180 automobili

Migliora anche la produttività

“Oltre a garantire impatto emissivo pari a zero sul territorio, aumenterà esponenzialmente la capacità di trasporto dei rotabili dal porto di Brindisi - commenta il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale Ugo Patroni Griffi - Ciò significa che i volumi di traffico, che già ora segnano record significativi nonostante la pandemia e la transizione energetica, schizzeranno vorticosamente, con ricadute importanti su tutto il comparto economico del territorio”.

Le due nuove navi Ro-Ro del Gruppo Grimaldi, infatti, possono approdare a Brindisi, anche in ore notturne, a seguito dell’innalzamento dei limiti di airdraft (l'altezza di una nave misurata dal livello dell'acqua al punto più alto) determinati dal cono di atterraggio aeroportuale. Questo consentirà alle due navi di poter ormeggiare alle banchine per orari prolungati pur essendo alte 47,80 metri. Queste, però, hanno ancora un equipaggio tradizionale.