Di battelli e traghetti elettrici se ne sono già visti. Famosi sono quelli che operano da qualche anno tra i fiordi della Norvegia. Nell’area della Baia di San Francisco, in California, sta però per prendere servizio un traghetto a zero emissioni molto particolare. Sarà - stando a quanto afferma l’armatore Switch Maritime - il primo al mondo a essere mosso da un powertrain esclusivamente fuel cell.

Il traghetto, soprannominato Sea Change, ha scafo da catamarano, è lungo 70 piedi (che equivalgono a 21 metri) e può trasportare fino a 75 passeggeri. Switch Maritime afferma anche che avrà le stesse capacità operativa delle imbarcazioni a gasolio, con vantaggi, oltre che a livello di emissioni, anche di manutenzione.

555 km di autonomia

Il traghetto della società americana, che sta ultimando i test prima di entrare a tutti gli effetti in servizio, monta una serie di serbatoi per il contenimento dell’idrogeno che hanno una capacità complessiva di 246 kg. Per una questione di spazio, le fuel cell sono state incorporate alla batteria, che ha una capacità di 100 kWh (circa come un'Audi e-tron o una Tesla Model S, tanto per fare un paragone automobilistico).

Questa alimenta due motori elettrici da 402 CV ciascuno, in grado di spingere l’imbarcazione fino a una velocità massima di 20 nodi (pari a 37 km/h). Il Sea Change dovrebbe avere un’autonomia di 300 miglia nautiche. Significa che con un pieno dovrebbe poter navigare per circa 555 km prima di doversi fermare per fare rifornimento.

Sea Change di Switch Maritime
  • Lunghezza: 21 metri
  • Passeggeri: 75
  • Serbatoi: 246 kg di idrogeno
  • Batteria: 100 kWh
  • Potenza max: 804 CV
  • Velocità max: 20 nodi
  • Autonomia: 300 miglia (555 km)

Dal gasolio all’idrogeno

Non è la prima volta che si parla di un traghetto a fuel cell per i servizi di trasporto passeggeri nella zona di San Francisco. Le prime proposte arrivarono circa 6 anni fa, nel 2015. Nulla di concreto, però, fu realizzato. Ora, invece, con la Sea Change, le cose sono cambiate.

Il traghetto a zero emissioni è diventato realtà grazie anche alla collaborazione della Cummins, azienda specializzata nella produzione di motori nautici Diesel che si sta convertendo alle zero emissioni e che ha fornito le fuel cell, cavalcando l’onda che sta spingendo lo sviluppo di questa tecnologia verso forme di trasporto alternative all’automobile, essendo considerata da molti più adatta a treni, aerei, camion, navi e mezzi a lunga percorrenza.

Fotogallery: Sea Change: il traghetto a idrogeno fuel cell