Progettata per costruire fino a 500.000 auto elettriche all’anno, la Gigafactory di Tesla a Shanghai sarebbe molto vicina a raggiungere l’agognato traguardo già alla fine del 2021. A dirlo è stato il think tank cinese EV100, che ha pubblicato un rapporto basato sulle dichiarazioni avute in un incontro con Grace Tao, vicepresidente di Tesla China.

Il meeting è stato l'occasione per confrontarsi su questioni chiave che riguardano il settore auto, dalla gestione dei dati a quella della catena di approvvigionamento. Tra le altre cose, Grace Tao avrebbe anche spiegato il segreto di questo risultato: aver concentrato le forniture di materiali nello stabilimento cinese.

Rapporto “impreciso”

Se i dati fossero veri, si tratterebbe di un grande successo per la Casa statunitense. Basti pensare che 500.000 auto elettriche hanno rappresentato l’intera produzione di Elon Musk e soci in tutto il 2020. Ora, invece, gli stessi numeri sarebbero stati registrati in un solo impianto. Stando così le cose, l’obiettivo del costruttore di dare vita a 1 milione di vetture nel 2021 non sembrerebbe irraggiungibile.

Tesla Gigafactory 3
Dipendenti Tesla a Shanghai

Ma… c’è un “ma”. In base a quanto riportato dall’agenzia di stampa Reuters, un altro funzionario di Tesla avrebbe parzialmente smentito l’indiscrezione lanciata da EV100: “impreciso” è la definizione data al rapporto, senza aggiungere molti altri particolari.

Numeri comunque alti

EV100 ha perciò modificato la sua pubblicazione, eliminando il riferimento alla cifra indicata in precedenza. La fonte avrebbe comunque fatto capire che si parla di numeri molto alti, superiori alle 450.000 unità.

In più, avrebbe anche confermato che Tesla sta concentrando i materiali di produzione proprio a Shanghai. Quale sia la verità, ci si può aspettare che, se non sarà quest’anno, l’appuntamento con le 500.000 auto cinesi e 1 milione nel mondo sarà solo rinviato al 2022, quando le nuove Gigafactory entreranno nel pieno delle attività.