Dodici auto elettriche in prova per un totale di oltre 1 MWh di batterie, 3 veicoli di supporto per la produzione e altre 4 full electric messe a disposizione di istituzioni e media che hanno seguito il test dal vivo. Il tutto per una macchina organizzativa che tra collaudatori, driver, giornalisti, fotografi e videomaker ha coinvolto quasi 40 persone.

Sono questi i numeri dietro la nuova edizione del “Dove arrivo con”, la maxi-comparativa sull’autonomia reale delle auto elettriche realizzata da InsideEVs.it e Motor1.com, giunta alla sua terza edizione. Dopo le elettriche più vendute nel 2019 e le citycar a batteria nel 2020, quest’anno sotto la lente sono finite le full electric pensate per viaggiare, protagoniste di questa gara all’ultimo giro di GRA. Anche quest’anno, infatti, la prova si è svolta lungo il Grande Raccordo Anulare di Roma, terreno di scontro ideale vista la variabilità delle andature con il passare delle ore alla guida.

Lo sforzo in campo

Il video con tutti i risultati e le rilevazioni sarà pubblicato nelle prossime settimane. Ma nel frattempo, mentre i tester verificano i dati scaricati dalle prese OBD e la produzione condensa le ore e ore di girato, vi raccontiamo il backstage della prova con qualche teaser della giornata.

Foto - Dove arrivo con 2021
L'ultimo brief prima del via
Foto - Dove arrivo con 2021
Maria Leitner e Alessandro Lago
Foto - Dove arrivo con 2021
Foto - Dove arrivo con 2021

Una vera giornata campale - resa ancor più complessa da un meteo tutt'altro che favorevole - culmine di un lavoro preparatorio di diverse settimane, reso possibile grazie all'enorme impegno messo in campo da tutta la nostra squadra. Perché coordinare una prova di questo tipo è tutt'altro che semplice, a partire da tutta la logistica della flotta.

Presenze d’eccezione

Il risultato - che non vediamo l'ora di condividervi il 20 dicembre - sarà un test unico a livello internazionale, come testimonia la copertura tra gli altri anche dei colleghi di TG2 Motori e Ansa Motori, che hanno potuto seguire in prima persona lo sviluppo della prova.

E l'importanza di prove simili è stata dimostrata dalla presenza allo start di una delegazione dell’intergruppo parlamentare dedicato alla mobilità elettrica, alla sua prima uscita ufficiale con i deputati Giuseppe Chiazzese, Diego De Lorenzis e Luca Sut, e dei rappresentanti di Motus-E, Francesco Prezioso e Stefano Roberto.