Abbiamo messo alla prova 9 citycar a batteria in un confronto senza precedenti sul GRA di Roma: vediamo come se la sono cavata

Ricordate quando per trovare un'auto elettrica da città bisognava spulciare i listini con il lanternino? Bene, quei tempi sono finiti e sul mercato è arrivato ormai un bel numero di modelli compatti tra cui cercare la citycar a zero emissioni più adatta alle proprie esigenze.

Per la prima volta al mondo le abbiamo prese tutte e le abbiamo messe l'una contro l'altra in un confronto inedito. Dove? Sul Grande Raccordo Anulare di Roma con una temperatura che nell'arco della prova è passata da 9,4 a 14,1°C.

La ratio della prova

Una sfida dettata da una considerazione precisa: con le autonomie attuali gli spostamenti brevi sono ampiamente alla portata di queste cittadine, ma cosa succede uscendo dal loro habitat naturale?

Fotogallery: Il super test di tutte le citycar elettriche

Anche perché, se si vive in una grande città, o a maggior ragione se la mattina "si parte dalla provincia", la grande viabilità diventa inevitabilmente un terreno su cui misurarsi, almeno finché l'infrastruttura "potente" in città e fuori non sarà sufficientemente densa. Ecco quindi i numeri di questo super confronto, ma per vedere nel dettaglio com'è andata dovete fare play sul video in cima alla pagina.

Le concorrenti

Le 9 auto elettriche provate hanno quattro o cinque posti, tre o quattro porte, abitabilità più o meno generosa, ma hanno una caratteristica comune. Hanno tutte, almeno con la loro versione di attacco, un prezzo di partenza al di sotto dei 36.600 euro (Iva inclusa). Una cifra che permette a tutte di beneficiare ampiamente degli incentivi fino a 10.000 euro, ma anche di soddisfare i requisiti del maxi-sconto del 40% per le elettriche atteso nel 2021.

Dove arrivo con...

Ma vediamo chi sono le auto finite sotto la lente. C'è la Volkswagen e-up!, la più conveniente del gruppo, e c'è la Fiat 500 elettrica, risposta in stile Made in Italy alla mobilità a zero emissioni. E poi ci sono la MINI Cooper SE, la più potente della categoria, la Honda e, con il suo carico di tecnologia, la Renault Zoe, primatista di autonomia e best seller del mercato e la Mazda MX-30, che percorre meno km ma offre tanto spazio a bordo.

Poi ci sono anche la francese Peugeot e-208 e la cugina Opel Corsa-e, che condividono piattaforma e pragmatismo, e la smart EQ forfour, parente stretta di quella Renault Twingo Electric che però sarà in vendita solo a partire dal 2021. La partenza è stata fissata alle 10.00 del mattino dalla Tenuta di Pantano Borghese, dove le auto erano state precedente caricate alla Palina di Repower, partner tecnico dell'iniziativa.

Modello Prezzo non incentivato Senza rottamazione Con rottamazione Con superbonus
Volkswagen e-up! da 25.200 € da 19.200 € da 15.200 € da 15.120 €
Smart EQ forfour da 26.392 € da 20.392 € da 16.392 € da 15.835 €
Fiat 500 elettrica da 29.900 € da 23.900 € da 19.900 € da 17.940 €
Opel Corsa-e da 31.300 € da 25.300 € da 21.300 €  da 18.780 €
Peugeot e-208 da 33.600 € da 27.600 € da 23.600 € da 20.160 €
MINI Cooper SE da 33.900 € da 27.900 € da 23.900 € da 20.340 €
Renault Zoe da 34.100 € da 28.100 € da 24.100 € da 20.460 €
Mazda MX-30 da 34.900 € da 28.900 € da 24.900 € da 20.940 €
Honda e da 35.500 € da 29.500 € da 25.500 € da 21.300 €

A ciascuno i suoi kWh

La batteria è importante, ma non bisogna guardare solo i kWh di capacità nominale o effettiva. All'atto pratico la differenza la fanno anche i tempi di ricarica che dipendono tanto dall'infrastruttura quanto dalla velocità di ricarica "accettata" dal veicolo e quindi dal caricatore di bordo.

Dove arrivo con...

In questo senso, le quasi totalità delle auto del nostro confronto possono essere ricaricate in corrente continua (oltre che alternata), ma ci sono modelli che non vanno oltre i 50 kW di potenza (o anche meno) e altri che arrivano sulla carta a 100 kW.

Attenzione però: un'elevata potenza di ricarica in DC non va ricerca a tutti i costi. Ha sicuramente senso per chi vuole sfruttare l'auto per viaggiare minimizzando il tempo dei "rabbocchi" di energia. Ne ha molto meno per chi ne fa un uso prevalentemente cittadino.

Modello Capacità nominale  Capacità effettiva  Potenza max AC Potenza max DC
Renault Zoe 54,7 kWh 52,0 kWh 22 kW 50 kW
Peugeot e-208 50,0 kWh 47,0 kWh 11 kW 100 kW
Opel Corsa-e 50,0 kWh 47,0 kWh 11 kW 100 kW
Fiat 500 elettrica 42,0 kWh 37,3 kWh 11 kW 85 kW
Volkswagen e-up! 36,8 kWh 32,3 kWh 7,4 kW 40 kW 
Honda e 35,5 kWh 30,0 kWh 7,4 kW 100 kW
Mazda MX-30 35,5 kWh 30,0 kWh 6,6 kW 50 kW
MINI Cooper SE 32,6 kWh 28,9 kWh 11 kW 50 kW
Smart EQ forfour  17,6 kWh 16,7 kWh 4,6 kW n.d.

Autonomia rilevata vs WLTP

La capacità della batteria divisa per il consumo energetico dà l’autonomia. Le auto di questo confronto, a questa voce, dichiarano valori compresi tra i 395 km della Renault Zoe e i 130 della smart EQ forfour. Tutti calcolati secondo lo standard WLTP. Alla fine della nostra prova - in un contesto di velocità elevate, particolarmente penalizzante per le percorrenze - ci sono state auto che si sono discostate molto poco da quanto omologato, mentre altre hanno fatto registrare discrepanze maggiori.

Dove arrivo con... VW e-up!

Se una MINI Cooper SE non è andata oltre l’8% di differenza - e la e-up! ha fatto ancora meglio fermandosi al 6% - altre auto, come la Honda e o la Renault Zoe, si sono attestate rispettivamente a -28% e -27%. 

Modello Autonomia rilevata GRA Autonomia dichiarata WLTP Delta autonomia
Renault Zoe 290 km 395 km -27%
Opel Corsa-e 276 km 337 km -18%
Peugeot e-208 273 km 340 km -20%
Volkswagen e-up! 245 km 260 km -6%
Fiat 500 elettrica 243 km 320 km -24%
MINI Cooper SE 185 km 200 km -8%
Mazda MX-30 179 km 200 km  -11%
Honda e 145 km 200 km -28%
smart EQ forfour  109 km 130 km -16%

Efficienza e peso

C’è un altro fattore determinante da considerare quando si parla di citycar elettriche: il peso. Variabile fondamentale anche tra le endotermiche, nel caso delle vetture a batteria ha un significato ancora maggiore, influendo non poco sull'autonomia.

Dove arrivo con... smart EQ forfour

Più una vettura è leggera e più tendenzialmente è efficiente. Da questo punto di vista i risultati ci hanno riservato alcune sorprese, come la smart EQ forfour che consuma di più della e-up!.

O ancora la Mazda MX-30, la più pesante del gruppo ma non la meno efficiente, anzi: in rapporto al peso il risultato è molto interessante. Merito di alcune scelte tecniche raffinate, come l'adozione della pompa di calore per climatizzare sia l'abitacolo che le batterie.

Modello Consumo rilevato GRA Percorrenza rilevata GRA Peso
Volkswagen e-up! 13,6 kWh/100 km  7,4 km/kWh  1.160 kg
smart EQ forfour 14,9 kWh/100 km  6,7 km/kWh  1.125 kg
Fiat 500 elettrica 15,5 kWh/100 km 6,5 km/kWh 1.290 kg
MINI Cooper SE 16,0 kWh/100 km  6,2 km/kWh  1.365 kg
Renault Zoe 16,1 kWh/100 km  6,2 km/kWh  1.502 kg
Opel Corsa-e 16,3 kWh/100 km  6,1 km/kWh  1.455 kg
Peugeot e-208 16,4 kWh/100 km   6,1 km/kWh   1.455 kg
Mazda MX-30 18,1 kWh/100 km  5,5 km/kWh  1.645 kg
Honda e 22,0 kWh/100 km  4,5 km/kWh  1.520 kg
Dove arrivo con...

Il prezzo del "pieno"

Uno dei vantaggi dell’elettrico, si sa, è dato dai ridotti costi di manutenzione e dalla possibilità di fare un pieno ad un prezzo inferiore rispetto a qualsiasi altro carburante. Soprattutto se si ricarica a casa, situazione nella quale si deve mettere in conto un tempo prolungato ma anche un prezzo dell’elettricità più conveniente. Quanto? Vi riportiamo tutti i dati nella tabella sottostante.

Modello 1 pieno a casa 1 pieno alla colonnina fast 
smart EQ forfour 3,3 euro 8,4 euro
Honda e 5,7 euro 14,3 euro
MINI Cooper SE 5,8 euro 14,5 euro
Mazda MX-30 6,0 euro 15,0 euro
Volkswagen e-up! 6,5 euro 16,2 euro
Fiat 500 elettrica 7,5 euro 18,7 euro
Opel  Corsa-e 9,0 euro 22,5 euro
Peugeot e-208 9,0 euro 22,5 euro
Renault Zoe 10,4 euro 26,0 euro

Il commento "dopoprova"