In Inghilterra sta entrando nel vivo il progetto della BAC e-Mono a idrogeno. Si tratta di una one off - per ora - realizzata da British Automotive Company (da cui l’acronimo BAC) insieme al Viritech.

La prima è una Casa automobilistica con sede a Liverpool, la cui produzione si concentra su alcune vetture sportive dal sapore molto “british” come la Mono; la seconda è una società specializzata nella realizzazione di powertrain a idrogeno per l’industria automobilistica, aeronautica e marittima. Il risultato della collaborazione, la BAC e-Mono appunto, è una supercar a zero emissioni che non è scesa a compromessi né per le prestazioni né per il piacere di guida.

L’importante è il tempo sul giro

L’auto, nella sua versione “di serie”, ha un peso di soli 555 kg. Adottando uno schema fuel cell, oltretutto sfruttando le celle a combustibile Viritech, tra le più compatte in circolazione, si è riusciti a realizzare un’auto a zero emissioni ma ancora molto simile all’originale.

BAC e-Mono fuel cell

Tra le prerogative del progetto, infatti, c'era quella che questa e-Mono riuscisse a staccare lo stesso tempo sul giro a Silverstone della "normale" Mono R. Per questo si è lavorato alacremente per poter montare le fuel cell, i serbatoi dell’idrogeno e la batteria sul telaio esistente, e per mantenere la corretta distribuzione dei pesi tra i due assi.

Tra le soluzioni adottate per raggiungere gli obiettivi fissati, quello di montare la batteria molto lontano dall’abitacolo, rendendola un elemento strutturale della scocca per ridurre ingombri e pesi e aumentare lo spazio per le altre componenti. Le fuel cell, ad esempio, sono state piazzate sopra la batteria stessa, con il relativo compressore infilato nella presa d’aria normalmente utilizzata per il raffreddamento della Mono a benzina.

BAC e-Mono fuel cell

Tre motori, quattro ruote motrici

Per quanto riguarda lo schema meccanico, l’auto monta tre motori elettrici, uno al posteriore da 265 CV e due all’anteriore, dal peso di soli 3 kg ciascuno, che aggiungono altri 110 CV complessivi e permettono alla e-Mono di avere la trazione integrale. Questo schema, stando ai dati riportati sul simulatore, dovrebbe consentire alla vettura di girare a Silverstone con un tempo di 2’04”3 contro i 2’06”3 della Mono R.

  • Velocità massima: 265 km/h
  • 0-100: 2”2
  • Potenza massina: 371 CV
  • Peso: 655 kg
BAC e-Mono fuel cell

Miglioramenti in vista

L’auto, in condizioni di gara, avrebbe 10 giri di autonomia sul famoso circuito britannico. Su strada, invece, si pensa che possa arrivare a 166 miglia (267 km) secondo il ciclo WLTP.

Ma BAC e Viritech sono già al lavoro per migliorare le prestazioni e l’efficienza della e-Mono, che da qui al 2024 potrebbe ricevere numerose modifiche. Con un alloggiamento delle fuel cell in fibra di carbonio, ad esempio, si risparmierebbero 20 kg e altri 30 saranno tagliati con l’adozione di una nuova batteria alla quale Viritech sta già lavorando e che dovrebbe contribuire a innalzare l’autonomia anche di un buon 50%.  

Fotogallery: Foto - BAC e-Mono