Rivian corre con la produzione per cercare di consegnare tutti i veicoli venduti nel minor tempo possibile, ma tre giorni fa, la mattina del 28 maggio, ha dovuto fare i conti con una batteria in fiamme. I vigili del fuoco di Normal (Illinois), dove ha sede la fabbrica della Casa statunitense, hanno ricevuto una chiamata e sono corsi allo stabilimento per domare l'incendio.

Entrati, hanno trovato una batteria a fuoco e in fuga termica, termine con cui si indica che le singole celle stavano bruciando e che stavano provocando una reazione a catena alle celle vicine. Tutto però si è risolto per il meglio.

Tutto sotto controllo

I vigili del fuoco hanno domato le fiamme e hanno continuato a bagnare il pacco batteria per abbassare le temperature ed evitare che questo si “riaccendesse” a causa dell’eccessivo calore, uno dei maggiori rischi quando si parla di batterie. I vigili del fuoco hanno chiesto l’intervento anche del reparto dei pompieri della città vicina, Bloomingdale, che però hanno prestato assistenza senza bisogno che prendessero parte alle operazioni.

Al momento la causa dell’incendio resta sconosciuta ma Rivian ha detto che svolgerà delle indagini per capire che cos’è accaduto. Per ora si sa che il pacco batteria era in fase di test e che una volta visti i primi malfunzionamenti il personale è stato evacuato dall’intero reparto per evitare qualsiasi rischio. Fortunatamente, il fatto che fosse all’interno di una cabina ha aiutato i vigili del fuoco a contenere i danni.

 

Non è la prima volta

Secondo quanto riportato dalla stazione radiofonica locale WGLT, è la terza volta che i vigili del fuoco di Normal sono chiamati da Rivian da quando lo stabilimento è in funzione (ottobre 2021).

La prima volta intervennero per spegnere un piccolo incendio nella zona di assemblaggio delle batterie, mentre la seconda volta (a febbraio di quest’anno) arrivarono sul posto a causa di un veicolo in fiamme che però era stato già spento dal sistema antincendio dello stabilimento.

Attualmente la fabbrica di Normal è l’unica di Rivian, che conta di costruirne una seconda, 5 volte più grande, in Georgia. In questo secondo sito produttivo la Casa costruirà anche una pista di prova con tanto di circuito fuoristrada e un centro di formazione.