La Casa Bianca ha annunciato l’arrivo di diversi investimenti privati indirizzati al potenziamento dell’infrastruttura pubblica di ricarica statunitense. Nel complesso si parla di 700 milioni di dollari: “Una cifra record negli Usa”, come ha commentato Joe Biden, che servirà a costruire 250.000 colonnine all’anno e a creare più di 2.000 posti di lavoro.

I 700 milioni di dollari “privati” in arrivo si sommano ai 7,5 miliardi di dollari stanziati con la legge bipartisan sulle infrastrutture voluta dall’attuale amministrazione per costruire una rete di ricarica nazionale e per portare la stessa a fornire ricariche convenienti e standardizzate a casa, al lavoro o in giro.

Volkswagen in prima linea con Siemens

L’entourage del Presidente, in una nota ufficiale, afferma: “L’operazione dimostra gli sforzi per attirare capitali privati verso un settore che consoliderà la nostra industria e consentirà all’America di creare una rete di ricarica diffusa. Questo porterà con sé posti di lavoro qualificati che dovranno installare le colonnine, gestirle e mantenerle in funzione”.

In prima linea in questo progetto si piazzano Volkswagen e Siemens, che da sole hanno stanziato 450 milioni di dollari a supporto di Electrify America. L’investimento sosterrà l’installazione di 10.000 colonnine ultrafast disseminate in 1.800 diverse stazioni.

Stazione di ricarica Electrify America
Una stazione di ricarica Electrify America

Installare colonnine significa costruire colonnine

Separatamente, negli ultimi 6 mesi Siemens ha anche speso altri 250 milioni di dollari per ampliare le fabbriche di Grand Prairie, in Texas, e di Pomona, in California. Obiettivo è quello di arrivare a costruire 1 milione di colonnine negli Usa nei prossimi 4 anni.

Tra le società che stanno investendo nella produzione di colonnine negli USA c’è anche ABB, anch’essa impegnata con due stabilimenti in Texas e California, rispettivamente a Sugarland e Milpitas, con i quali ha intenzione di aumentare i volumi. Proprio per soddisfare le crescenti richieste del mercato creerà quasi 400 nuovi posti di lavoro.

Infine, FLO, startup canadese nel campo colonnine, ha stanziato 3 milioni di dollari per costruire la sua prima infrastruttura di ricarica ultrarapida. Costruirà i propri “supercharger” in Michigan - ad Auburn Hills (vicino a Ford) e a Tritium – a partire dal terzo trimestre del 2022.