Sembra tutto pronto per il lancio di quello che sarà il più grande parco eolico offshore del mondo. L’impianto, chiamato Hornsea Two, sorgerà nel Regno Unito e dovrebbe ricevere le ultime autorizzazioni entro la fine di agosto.

Una volta ottenuti i permessi per l’avvio della costruzione, si procederà alla realizzazione vera e propria di questo gigantesco complesso che si estenderà su una superficie di 462 chilometri quadrati e che arriverà a toccare gli 1,32 GW di potenza, superando così l’Hornsea One, già attivo, che si ferma a 1,2 GW.

Energia per 1,3 milioni di famiglie

Secondo le stime, una volta a regime, il nuovo parco eolico britannico sarà in grado di fornire energia elettrica a 1,3 milioni di abitazioni private. Sviluppato in collaborazione con la Orsted, società danese che opera proprio nel campo delle rinnovabili e che sarà la proprietaria dell’impianto, l’Hornsea Two sfrutterà 165 turbine Siemens Gamesa da 8 MW ciascuna.

A causa delle enormi dimensioni, il nuovo parco eolico sarà dotato anche di una RCS (Reactive Compensation Station), una stazione che converte l’elettricità a media tensione prodotta dalle turbine in elettricità ad alta tensione in modo da ridurre le perdite durante il trasporto, che avviene attraverso cavi lunghi molti chilometri. Questa soluzione è stata adottata per la prima volta nel 2018 proprio all’interno del parco Hornsea One.

 

Tutto pronto nel 2026

I lavori per la costruzione dell’Hornsea Two sarebbero dovuti iniziare già nel 2021, ma a causa dell’emergenza Covid sono stati accumulati mesi di ritardo. Se, come previsto, i permessi saranno rilasciati a fine mese, entro il 2022 però si dovrebbe iniziare a installare le prime turbine.

Se così sarà, il più grande parco eolico del mondo, in grado di contendere il primato all'altro enorme progetto che sta prendendo piede in Inghilterra, sarà terminato nel 2026. Ma già si parla di un ancor più mastodontico Hornsea Three.