A poco più di due mesi dall'apertura dei cancelli, la nuova K.EY è già pronta a scendere in pista. L’importante fiera dedicata a tecnologie, servizi e soluzioni integrate per la transizione energetica prenderà il via mercoledì 22 marzo 2023 presso i padiglioni del Rimini Expo Centre e resterà aperta fino al 24 marzo per una tre giorni dedicata a tutti gli operatori del settore.

La nuova edizione, per la prima volta indipendente, porterà con sé cambiamenti e tante novità, a partire dal nome e dall’inedita collocazione in primavera. K.EY però continuerà anche a valorizzare l’esperienza maturata in oltre un decennio di attività e a mantenere stretto il legame con Ecomondo e con tutti i temi relativi all’economia circolare e all’efficienza nei processi industriali, ai trasporti e alle città circolari e salubri.

Lo farà ponendosi obiettivi ancora più ambiziosi: puntare a diventare un palcoscenico privilegiato della transizione energetica e una fiera di riferimento per tutti i Paesi del bacino del Mediterraneo. K.EY 2023 sarà un evento dal respiro ancora più internazionale grazie al palinsesto ricco di convegni di alta qualità e la presenza di numerosi operatori e aziende espositrici dall’estero.

I padiglioni della fiera di Rimini dove si terrà K-EY

Il legame con il mondo della mobilità

Non cambia solo il format, ma anche il layout, con spazi espositivi molto più ampi e, per la prima volta, sei aree tematiche delineate, riservate a ciascuno dei sei settori della manifestazione, per approfondire il tema dell’efficienza energetica da tutti i punti di vista.

  • Solar
  • Wind
  • Hydrogen
  • Energy Efficiency
  • Sustainable City
  • e-Mobility

All’interno della K.EY 2023, infatti, ci sarà anche l’area EME - e-Mobility Expo interamente dedicata alla transizione energetica della mobilità collettiva e ai temi della mobilità elettrica  e sostenibile (dalle infrastrutture di ricarica pubblica e privata ai servizi di  interconnessione, dall’elettrificazione delle flotte aziendali e trasporto merci al tema delle batterie). Si configura come punto focale per un pubblico di visitatori specializzati, dove incontrarsi e confrontarsi, dando vita a nuove sinergie tra pubblica amministrazione, operatori del settore retail, mondo industriale e buyer internazionali.

Largo alle tematiche legate al mondo dell’e-mobility anche all’interno del denso programma di eventi e convegni previsti durante la fiera. L’efficientamento energetico non può infatti più prescindere dal settore dei trasporti e dalla necessità di investire sempre di più sulla mobilità elettrica, che sta crescendo in tutto il mondo a ritmi elevatissimi, conquistando spazi di mercato sempre più ampi.

Foto - Reefilla, la ricarica mobile e predittiva

Tra auto elettrica e colonnine

Secondo l’ultimo Global EV Outlook della IEA (International Energy Agency), nel 2021 le vendite di veicoli elettrici in tutto il mondo sono raddoppiate rispetto all'anno precedente, raggiungendo un nuovo record di 6,6 milioni. Il trend è stato confermato anche dalle vendite globali registrate nel primo trimestre del 2022, con 2 milioni di veicoli venduti, in crescita del 75% rispetto allo stesso periodo del 2021. A guidare l’aumento delle vendite è stata soprattutto la Cina, ma con un’importante e costante crescita anche in Europa (+65%).

Il 2021 si è attestato anno dei record per la mobilità elettrica anche in Italia, come ha confermato lo Smart Mobility Report 2022 dell’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano, secondo cui sono stati 88mila i dispositivi di ricarica attivati in Italia in abito domestico, con una crescita del 250% rispetto all’anno precedente. Per quanto riguarda, invece, la ricarica pubblica, la stima totale a fine 2021 vedeva 26.860 punti di ricarica (+75% rispetto all’anno precedente).

 

Secondo i dati di Motus-E aggiornati al 30 settembre 2022, in Italia risultano installati 32.776 punti di ricarica in 16.700 infrastrutture di ricarica e 13.225 location accessibili al pubblico, delle quali, il 75% è collocato su suolo pubblico (e.g. strada) mentre il restante 25% su suolo privato a uso pubblico (e.g. supermercati o centri commerciali), confermando il trend di crescita per la ricarica pubblica già registrato nel corso dell’anno. A novembre 2022, però, le auto elettriche pure circolanti in Italia sono poco più di 166.000, con un calo del 25,9% rispetto al 2021 delle immatricolazioni full electric.

Anche nell’ottica del raggiungimento dei target europei di decarbonizzazione, si rende dunque necessario imprimere un’ulteriore accelerata a tutto il settore. Ed è K.EY il luogo ideale da cui partire per centrare questi obiettivi.

key-the-energy-transition-expo Vedi tutte le notizie su K.EY - The Energy Transition Expo

[In collaborazione con Key Energy]

Fotogallery: K.EY 2023