L’Opel Corsa da rally si trasforma in un’opera d’arte. L’artista berlinese Elisa Klinkenberg ha messo mano alla vettura elettrica impiegata per l’ADAC Opel Electric Rally Cup “powered by GSe”, il primo campionato rally monomarca elettrico al mondo.

Così, motorsport e arte entrano in contatto, con una livrea unica con messaggi di sostenibilità e di incoraggiamento per le tre squadre al femminile che si stanno contendendo il campionato contro i rivali maschi.

La forza dell’elettrico (e non solo)

La Corsa elettrica è caratterizzata dai colori verde, bianco, rosa e rosso, oltre alla parola “E[M]POWER!” scritta con lettere bianche sul tetto. Il messaggio non rappresenta solo il potere dell’elettricità che alimenta tutte le auto del campionato, ma anche il potere delle squadre femminili partecipanti. Come ulteriore enfasi, sulla fiancata dell’auto è presente il seguente messaggio:

“Noi guidiamo per la nostra strada. Siamo leader. Guidiamo con fiducia. Guidiamo con il vento in poppa. Perché siamo molte e siamo rumorosi. È tempo di una SPINTA FEMMINILE”.

Opel Corsa Rally Electric Art Car

Opel Corsa Rally Electric Art Car

Klinkenberg spiega così l’iniziativa:

“Mi piaceva l'idea di portare la mia arte su un'auto e trasformarla in una tela con un messaggio chiaro. La Opel Corsa Rally Electric è un'auto guidata nei rally da donne e dimostra che possiamo ottenere molto insieme! Eseguire questa affermazione in modo artistico sulla vettura è stata una sfida entusiasmante.”

Opel Corsa Rally Electric Art Car

Opel Corsa Rally Electric Art Car

Ricordiamo che tutte le Corsa del campionato derivano dal modello di serie, con un motore anteriore da 136 CV e 260 Nm e un assetto studiato ad hoc per le varie prove nel corso della stagione. Le Opel sono dotate di tre modalità di guida (Eco, Dry e Wet), di un differenziale meccanico a slittamento limitato e di un “sound” obbligatorio da regolamento per farsi sentire dal pubblico e dai commissari.

Fotogallery: Opel Corsa Rally Electric Art Car