Kia vuole costruire una seconda fabbrica dedicata alla produzione di robotaxi e veicoli dedicati alla mobilità condivisa. La Casa sarebbe in trattativa con le autorità e i sindacati coreani per approvare definitivamente il progetto, dopo che lo scorso aprile già si era dato il via libera alla costruzione del primo stabilimento.

A dirlo è il Korea Economic Daily, che cita alcuni addetti ai lavori. Kia vorrebbe far entrare in funzione l’impianto già nel 2028, ma uno dei nodi da sciogliere, soprattutto con i sindacati, riguarda la suddivisione tra le attività da svolgere internamente e quelle da dare all’esterno.

Una prima fabbrica pronta nel 2024

A prescindere dai dettagli dell’accordo, Kia sta spingendo molto sulla realizzazione di una gamma completa di veicoli a guida autonoma, che sono definiti PBV, sigla che sta per Purpose Built Vehicles (espressione che potrebbe essere tradotta con “veicoli progettati per uno scopo preciso”).

pbv-02

La piattaforma elettrica Kia dedicata ai Purpose Built Vehicles

Il primo stabilimento dedicato a questo tipo di mezzi sarà pronto a breve e avvierà la produzione già nella seconda metà del 2024. Kia mira a produrre 150.000 veicoli dedicati al servizio di taxi e sharing senza conducente già nel prossimo anno. La Casa, all’interno del gruppo Hyundai, sarà la capofila nella progettazione e nella realizzazione di questo tipo di mezzi e potrebbe arrivare a superare il milione e mezzo di unità prodotte nel 2030.

La risposta a nuove esigenze di mobilità

Con la transizione ecologica e l’evoluzione delle esigenze di mobilità, nei prossimi anni sempre più persone rinunceranno alla proprietà o al possesso di un’auto in favore di servizi di sharing. Numerose sono le aziende, tra startup e Case tradizionali, che si stanno cimentando in questo campo, sfruttando anche i progressi in tema di guida autonoma e connettività.

scenario4-01

Un abitacolo configurabile a piacere

Tra queste, di recente hanno fatto parlare di sé Waymo, che si è alleata con Geely, e Tesla, che sta progettando la nuova piattaforma per i suoi robotaxi. Il gruppo Hyundai ha obiettivi ambiziosi. Ha stanziato 16,6 miliardi di euro per sviluppare il settore e affermarsi come uno dei 3 principali produttori al mondo di auto elettriche di qualsiasi tipo (taxi elettrici autonomi inclusi) entro il 2030.

Fotogallery: Kia spinge su robotaxi e veicoli per il car sharing