Nel suo ruolo di partner mondiale per la mobilità del Comitato Olimpico Internazionale e del Comitato Paralimpico Internazionale, Toyota sta lavorando per offrire all’organizzazione dei Giochi di Parigi 2024 una flotta di mezzi a zero emissioni.

Tra questi, come è stato annunciato, ci saranno anche dei bus convertiti a celle di combustibile in grado di sfruttare l’idrogeno per trasportare circa 5.000 visitatori che fanno parte del suo “programma ospiti”. Dopo i Giochi, gli autobus a idrogeno completeranno il loro intero ciclo di utilizzo, fornendo servizio a clienti pubblici e privati ​​nella regione dell’Ile de France come eredità di Parigi 2024.

Da diesel a fuel cell

L’iniziativa, nel dettaglio, vede Toyota impegnata a fornire a GCK, un gruppo di aziende impegnato nella decarbonizzazione dei trasporti, moduli fuel cell che saranno montati su 10 mezzi Iveco nati con powertrain tradizionale. Gli autobus in questione saranno acquistati poi da BE Green, una società francese che fornisce servizi di trasporto a zero emissioni. BE Green li introdurrà nella sua flotta dopo i Giochi organizzati nella capitale transalpina.

Gli autobus Iveco, nello specifico, perderanno il motore diesel e il cambio, che sono alloggiati nella parte anteriore dei mezzi, e accoglieranno un motore elettrico in grado di erogare una potenza di 370 kW (503 CV), un modulo di celle a combustibile Toyota TFCM2-B e una batteria.

I moduli fuel cell che saranno montati sugli autobus Iveco

Ci sono anche le Mirai

“La conversione degli autobus in veicoli elettrici a celle a combustibile è un altro passo importante verso il raggiungimento della neutralità del carbonio nel settore dei trasporti”, ha affermato Thiebault Paquet, vice presidente Toyota Motor Europe.

“Questa cooperazione illustra perfettamente come le applicazioni dell’idrogeno avvantaggiano tutte le parti interessate del business e diventino soluzioni a lungo termine. Tutti i 10 autobus a celle a combustibile consentiranno a Toyota di trasportare ospiti durante Parigi 2024 con zero emissioni di scarico. Vorremmo ringraziare i nostri partner per i loro sforzi congiunti: essere pionieri e acceleratori della società dell’idrogeno, rendendolo possibile in tempo per i Giochi”.

La collaborazione nel settore degli autobus a lunga percorrenza amplia ulteriormente il portafoglio di partnership di Toyota per fornire la propria tecnologia delle celle a combustibile per soluzioni a idrogeno in diversi settori. I moduli di celle a combustibile sono già in uso in camion, autobus, treni, generatori e varie applicazioni marine. Quest’ultimo sviluppo contribuisce ad accelerare ulteriormente la transizione energetica verso una società a zero emissioni di carbonio. Riguardo al contributo a una mobilità a zero emissioni durante le Olimpiadi e le Paraolimpiadi di Parigi, Toyota ha messo in campo anche una flotta di Mirai.