Eccolo, il Tesla Cybertruck. L’evento di presentazione in diretta dalla Gigafactory di Austin, in Texas, è andato finalmente in scena. E con esso si mette fine a un’attesa lunga 4 anni.

Su quello stesso palco, infatti, nel 2019, Elon Musk mostrò per la prima volta il prototipo del suo a dir poco futuristico pick-up elettrico. Lasciò tutti a bocca aperta. Per il design, prima di tutto, perché in effetti non si era mai visto nulla di simile e nessun Costruttore aveva mai osato tanto. Ma anche per millantate caratteristiche tecniche (ricordate la storia dei vetri infrangibili che furono rotti in diretta?). Ma ora è il momento della verità.

Tesla Cybertruck: promesse mantenute?

Da quella sera del 22 novembre del 2019, del Tesla Cybertruck è stato un susseguirsi di annunci e smentite, indiscrezioni, soffiate, supposizioni. Elon Musk, come da manuale, si è esposto in prima persona per attirare l’attenzione e alimentare l’attesa. Ha mantenuto le promesse? Intanto, qui sotto il video per rivedere la diretta.

 

Torniamo indietro al 2019. Musk affermò che il Cybertruck sarebbe stato disponibile in tre versioni, con uno, due o tre motori. Allora non furono menzionate le potenze specifiche, ma si diceva che si sarebbero raggiunti almeno gli 800 CV sulle varianti più potenti, magari con tanto di denominazione "Plaid". Si disse anche che nello 0-100 questo bestione avrebbe fermato il cronometro a 2"9, pur mantenendo una discreta autonomia: 400 km per la versione base, 500 per quella intermedia e 800 km per la variante long range. Sarà ancora così?

E per quanto riguarda i prezzi? Nel 2019 si disse che il prezzo di partenza sarebbe stato addirittura di 39.900 dollari. Gli analisti, nelle ultime stime, hanno alzato un po' le soglie e hanno affermato che il modello con un solo motore dovrebbe costare circa 50.000 dollari, mentre quelli a due o tre motori dovrebbero partire rispettivamente da 60.000 e 80.000 dollari.

 

Tesla Cybertruck: la presentazione

Dopo una lunghissima sigla introduttiva, finalmente Elon Musk raggiunge il palco. Al volante di un Cybertruck naturalmente. Poi sale sul cassone posteriore (a giudicare dalle luci che lo tengono in ombra dalla cintola in su: un fuoriprogramma) e inizia a parlare.

"Credo che sia il miglior prodotto e credo che sia un modello che guarda al futuro come nessun altro", dice. Poi legge lo slogan che accompagna il lancio: "Più versatile di un pick-up e più veloce di una sportiva". E spiega perché: "Prima di tutto, ha una rigidità torsionale maggiore di una McLaren P1". Poi, magari, qualcuno gli farà notare che la McLaren P1 - gioiello di tecnica e sportività, per carità - risale ormai a 10 anni fa e da 8 non è più in commercio.

Ma va bene. Perché qui, lo si capisce subito, non siamo di fronte a una presentazione normale. Si vuole stupire e per stupire bisogna anche giocare un po'. Così, Elon Musk, esattamente come 4 anni fa, chiama sul palco Franz von Holzhausen, il capo del centro stile. Franz von Holzhausen lancia una palla da baseball sui vetri, che stavolta restano intatti.

Basta? Neanche per sogno. Si mostra un video girato in esterna. C'è un tizio che spara una raffica di mitra sulla carrozzeria, che si bolla, ma resiste ai colpi. Il Cybetruck è a tutti gli effetti antiproiettile. Musk finalmente va oltre lo spettacolo e regala un primo numero: il Cybertruck ha capacità di traino di 5.000 kg. Per mostrare di cosa sia capace mostra un altro filmato, dove sono presenti anche un Rivian R1T e un Ford F150 diesel. Tutti devono trainare lo stesso pesantissimo rimorchio e il Cybetruck va più lontano di tutti.

Per mostrare la capacità di traino è stato fatto un confronto con Rivian e Ford

Tesla Cybertruck: la meccanica

Si entra nel vivo parlando del telaio: il Cybertruck ha sospensioni a controllo elettronico, 4 ruote sterzanti e lo sterzo "by wire", che consente di avere regolazioni variabili del rapporto di sterzo in base alla velocità e all'angolo che si applica al volante.

Inoltre, per supportare tutta l'elettronica di bordo, il Cybertruck passa a un sistema a 24 volt (lo standard da decenni è 12 volt) e, grazie a una profonda riorganizzazione del sistema elettrico, necessità del 70% in meno di cavi.

Il Cyberbeast batte la Porsche 911

Il Cybertruck a tre motori (scusate, il Cyberbeast, come si chiama la versione più potente a listino) è anche veloce: scatta da 0 a 100 in 2"6 e copre il quarto di miglio in meno di 11 secondi. Arriva un altro video in cui lo si vede battere in accelerazione una Porsche 911 pur trainando sul carrello una... Porsche 911 identica a quella contro la quale gareggia. È una cosa già fatta da Tesla in passato con la Model X e una Alfa Romeo 4C. Evidentemente, repetita iuvant.

 

Poi, dopo aver snocciolato un po' di caratteristiche, Elon Musk in persona inizia a consegnare i primi esemplari ai legittimi proprietari, che lasciano la Gigafactory Texas tra due ali di folla. "In fondo, questo è un delivery event", commenta Musk, che poi aggiunge sornione: "Da domani vi divertirete a vedere queste auto in strada". 

Un po' a sorpresa, è così che si congeda. Abbastanza in fretta, vista l'attesa. Ma in neanche mezz'ora è già ora dei saluti: grazie a tutti e tutti a casa. Con un po' di delusione da parte di chi si aspettava qualcosa di più in termini di tecnologia, prezzi, date di consegna, listini, optional e quant'altro. Meno male che il sito Tesla USA regala grandi soddisfazioni.

Tesla Cybertruck, i prezzi

Infatti, mentre sul canale X di Tesla scorrevano i titoli di coda dell'evento, online compariva il configuratore ufficiale del Tesla Cybertruck. Per ora disponibile solo per gli Stati Uniti. 

Consultandolo si scopre che il Cybertruck nel modello a un solo motore, chiamato Rear-Wheel Drive, ha un prezzo di partenza di 60.990 dollari (pari a circa 55.950 euro). È un prezzo stimato, come quello degli altri modelli del resto, reso ancor più "aleatorio" per il fatto che arriverà solo nel 2025.

Si tratta di un prezzo d'attacco ben superiore ai 39.000 euro dichiarati qualche mese fa. Di certo Musk non è nuovo a "sparate" ma in molti si aspettavano un listino più accessibile. Anche perché uno dei rivali diretti, il Ford F-150 Lightning, parte da 49.995 dollari. Con un'autonomia di circa 380 km, quindi in linea con quella dichiarata dal Cybertruck a trazione posteriore.

Il configuratore del Cybertruck pubblicato sul sito americano di Tesla

Per il Cybertruck All Wheel Drive a 2 motori, che invece arriverà nel 2024, si devono mettere in conto circa 79.990 dollari (73.390 euro). Per il Cyberbeast, che ha tre motori come la Tesla Model S e Model X Plaid, si devono sborsare infine 99.990 dollari (91.730 euro). Qui sotto tutte le informazioni rilasciate fino a ora.

A proposito. Per quanto ci siano prezzi e tempi di consegna. Sul sito compare una frase poco rassicurante. "Versa ora 250 dollari, sarai contattato non appena il tuo Cybertruck sarà pronto per essere configurato". Tradotto: il pick-up è arrivato, ma forse è arrivato solo a metà. 

  Cybertruck RWD Cybertruck All Wheel Drive Cyberbeast
Consegne dal 2025 dal 2024 dal 2024
Prezzo 60.990 dollari 69.990 dollari 99.990 dollari
Autonomia stimata  400 km 550 km 515 km
0-100 6"5 4"1 2"6
Potenza max n.d. 600 CV 845 CV
Coppia massima n.d. 10.080 Nm 13.959 Nm
 Velocità max n.d. 180 km/h 210 km/h

Tesla Cybertruck: quando esce in Italia?

L'arrivo in Italia del Tesla Cybertruck non è ancora stato comunicato, ma sul sito ufficiale della Casa è già attiva la pagina dedicata al pick-up elettrico, senza però né prezzi né data di commercializzazione. Ci si può però iscrivere lasciando il proprio indirizzo mail per avere aggiornamenti in merito. Ci sono però indicate le specifiche dei 3 differenti allestimenti, segno - probabilmente - del fatto che saranno tutti disponibili in Italia.

Fotogallery: Tesla Cybertruck: live from New York