Panasonic e Sila, azienda produttrice di materiali per batterie di nuova generazione, hanno annunciato la firma di un accordo che consentirà al colosso giapponese di adottare l'anodo di silicio nano-composito ad alte prestazioni della startup statunitense, chiamato Titan Silicon.

Panasonic punta a un aumento significativo della densità energetica e prevede di consentire alle Case automobilistiche di offrire "prestazioni senza pari", "aumentando drasticamente l'autonomia del veicolo" e "riducendo i tempi di ricarica".

Un prodotto ad hoc

Secondo il comunicato stampa, i materiali anodici ricchi di silicio della Sila saranno ottimizzati per le batterie agli ioni di litio di prossima generazione di Panasonic e prodotti nello stabilimento americano di Sila con sede a Moses Lake, nello Stato di Washington.

Panasonic non rivela le specifiche esatte delle prossime celle per batterie, ma il suo obiettivo generale entro la fine del decennio è quello di aumentare la densità di energia volumetrica a 1.000 Wh/litro. Allo stesso tempo, la produzione globale di batterie Panasonic per veicoli elettrici aumenterà fino a raggiungere, sempre nel 2030, i 200 gigawattora all'anno.

Sila's high-performance nano-composite silicon anode, Titan Silicon

L'anodo di silicio nano-composito ad alte prestazioni della Sila, Titan Silicon

Autonomia a +20%

In un articolo del 2022, Shoichiro Watanabe, cto di Panasonic Energy, ha rivelato che l'azienda è alla ricerca di un aumento del 20% della densità energetica. Sila afferma che grazie all'ottimizzazione dei "comprovati guadagni di prestazioni già ottenuti con Titan Silicon, Panasonic Energy sarà in grado di compiere un importante passo avanti verso il raggiungimento dell'obiettivo di 1.000 Wh/l".

Secondo Sila, il Titan Silicon è il primo sostituto dell'anodo di grafite ad alte prestazioni a poter essere usato su larga scala e quindi pronto al debutto sul mercato. Già oggi può garantire un incremento dell'autonomia di un veicolo del 20%, ma in futuro potrebbe arrivare addirittura a raddoppiare questo valore, fino a un +40%. Non solo, Panasonic e Sila, unendo le forze, potrebbero avere una batteria in grado di ricaricarsi in soli 10 minuti.

Sila sta sviluppando da diversi anni materiali anodici compositi a base di silicio e nel 2022 ha attirato l'attenzione di Mercedes, interessata a utilizzare batterie più dense di energia nella sua prossima Classe G completamente elettrica. Ricordiamo che Panasonic sta lavorando anche a una nuova batteria cilindrica di tipo 4680. Tutte queste soluzioni potrebbero combinarsi in un'unica batteria di prossima generazione.