La battaglia dei prezzi è finita? Difficile a dirsi. Però una cosa è certa, Tesla alzerà i prezzi della sua Model Y in Europa. A dirlo sono i vertici della Casa stessa, che sabato, attraverso i canali X ufficiali, hanno fatto sapere che dal 22 marzo il famoso SUV costerà di più sia nel Vecchio Continente che in Medio Oriente.

Restando in Europa, l’aumento di prezzo dovrebbe aggirarsi intorno ai 2.000 euro e dovrebbe essere applicato anche in Italia. Ma sui dettagli resta ancora un alone di mistero.

Prezzi bloccati se compri adesso

L’annuncio dell’aumento dei prezzi della Model Y arriva a qualche settimana dal ritocco verso l’alto dei listini avvenuto in Nord America a inizio mese, quando la Casa, sempre attraverso i social network, ha affermato che le promozioni di febbraio (c’era uno sconto di 1.000 dollari) non sarebbero state prolungate a marzo.

Nel comunicare l’imminente aumento dei prezzi, Tesla tiene anche a sottolineare che per acquistare una delle sue auto attraverso il sito internet bastano 2 minuti e rassicura i propri clienti: chi acquisterà un’auto in questi giorni manterrà il prezzo attuale.

 

La situazione in Italia

L’aumento dei prezzi che applicato dalla prossima settimana segue di poco tempo quello che già la Casa aveva deciso a febbraio per Germania e Norvegia, Paesi in cui tutte le versioni della Model Y erano diventate più costose di circa 2.000-2.500 euro.

Per quanto riguarda l'Italia, fonti di InsideEVs fanno sapere che i ritocchi saranno comunicati a breve. Per ora filtra che le versioni incentivabili rimarranno tali. Quindi, almeno da noi, la Model Y RWD non dovrebbe subire ritocchi.

  • Model Y RWD: 42.690 euro 
  • Model Y Long Range: 49.990 euro
  • Model Y Performance: 55.990 euro

Arriva il Full Self Driving 12.3

Intanto, andando oltre la questione “listini”, Tesla sabato scorso ha iniziato a rilasciare il Full Self-Driving 12.3. Si tratta ancora di una versione beta che sarà rilasciata prima ai dipendenti e poi a tutti gli automobilisti che fanno parte del programma FSD.

Dovrebbe portare ulteriori migliorie rispetto alla versione 12.2.1 che è stata messa a disposizione un mesetto fa con grande soddisfazione di chi ha potuto valutarne il funzionamento in strada. Con l’ultima versione del software di assistenza alla guida, le auto Tesla infatti sono in grado di effettuare svolte a U e agire correttamente anche in condizioni di scarsa visibilità.

Fotogallery: Nuova Tesla Model Y (2024), il render di Motor1.com