Tesla è stata la prima Casa automobilistica occidentale a parlare dell’auto elettrica economica. Quella da 25.000 dollari, per capirci. Elon Musk e soci avevano detto che sarebbe arrivata nel 2025, ma ora gli esperti affermano che potrebbe essere a regime non prima del 2027.

A dirlo è la società di analisi Evercore, che ha posticipato le stime dopo aver visitato lo stabilimento Tesla in Texas, dove la Casa ha anche la propria sede.

Serve tempo per i grandi volumi

Secondo quanto riportato da Bloomberg, Chris McNally, a capo del gruppo di esperti che è potuto entrare nella Gigafactory di Austin, “la Tesla Model 2 è sempre più una storia del 2027”. Quindi Tesla è in ritardo anche su questo progetto chiave? Non proprio.

Secondo il rapporto di Evercore, la Tesla Model 2 potrebbe anche arrivare nel 2025, come promesso, ma raggiungerà volumi produttivi adeguati solo due anni dopo. Nel dettaglio, si pensa che nel 2026 Tesla riuscirà a produrne circa 500.000 esemplari e nel 2027 potrà arrivare a oltre 1 milione.

Tesla Cybertruck

Nella Gigafactory texana di Austin Tesla produce anche il Cybertrucl

  • 2025: avvio della produzione della Model 2
  • 2026: 500.000 Model 2 prodotte
  • 2027: 1 milione di Model 2 prodotte

Per completezza di informazione, McNally non è uno che ci va leggero su Tesla. È noto, per esempio, per essere stato scettico sulle possibilità di crescita del titolo in Borsa. Dal giorno delle sue affermazioni su questo tema, che risalgono al 2020, le azioni sono cresciute del 310%.

La posizione di Elon Musk

Rispetto a quello che Tesla sta vivendo e che si appresta a vivere nel futuro prossimo, Elon Musk ha affermato che Tesla si trova “tra due grandi ondate di crescita”. Il ceo si riferisce al fatto che la prima, quella iniziata con l’arrivo di Model 3 prima e Model Y poi, è in fase calante, e la seconda, quella che sarà aperta proprio dalla Model 2, deve ancora iniziare.

Nuova Tesla Model Y (2024), il render di Motor1.com

Nuova Tesla Model Y (2024), il render di Motor1.com

Nei piani, Tesla avvierà la produzione della Tesla Model 2 entro la fine del 2025 nello stabilimento di Austin, ma linee saranno avviate con tutta probabilità anche in Germania, in Messico e in Cina. La Casa sa che deve anche costruire nuove fabbriche per dare seguito ai piani di crescita secondo i quali dovrebbe arrivare a produrre 20 milioni di auto nel 2030.

In questo senso, il sudest asiatico risulta in pole position. Sia per le condizioni offerte dai Governi dei Paesi di quella regione, sia per il potenziale di crescita di quei mercati. L’interessamento di Tesla verso la Malesia, la Thailandia e l’India sono noti. Ma chi la spunterà si saprà solo tra un po’. Elon Musk ha promesso di sciogliere il nodo entro fine anno.

Intanto, sempre secondo le stime, si prevede che la Casa arriverà al 2026 con 2,7 milioni di auto vendute. Non sono tante di più rispetto alle 1,8 milioni con cui ha chiuso il 2023.

Fotogallery: Tesla Model 2 (2025), il render di Motor1.com