"Neue Klasse": due parole tedesche molto familiari agli appassionati delle auto elettriche. Sì, perché sono le parole che vengono scritte e pronunciate ogni volta che si parla del futuro a zero emissioni di BMW.

Sono precisamente quelle che danno il nome alla prossima piattaforma della Casa, montata dal 2025 su tutti i modelli full electric in arrivo. Aspettando quindi il suo arrivo sulle strade, ecco tutto quello che sappiamo.

I due concept

"La prima vettura basata sulla nuova architettura entrerà in produzione di serie nello stabilimento a Debrecen (Ungheria) nel 2025", comunica il Costruttore. Il veicolo è probabilmente l'annunciato SUV di medie dimensioni, che potrebbe chiamarsi iX3 e che era stato anticipato dal concept Vision Neue Klasse X. 

La seconda auto sarà invece una berlina di medie dimensioni, battezzata i3, anche se è conosciuta al momento come Vision Neue Klasse. La versione di serie sarà prodotta dal 2026.

BMW Vision Nuova Classe X (2024)

BMW Vision Neue Klasse X

BMW Vision Nuova Classe (2023)

BMW Vision Neue Klasse

Batterie e ricarica

Qualche informazione in più l'abbiamo sulle batterie. Al posto delle celle prismatiche utilizzate finora, in futuro verranno usate celle cilindriche, che proverranno da fornitori come CATL, Eve ed Envision AESC. Non si conosce però la chimica. Rispetto alle precedenti celle Gen5, nel catodo sono presenti più nichel e meno cobalto, il che suggerisce una chimica NCM811. La percentuale di silicio nell'anodo è poi aumentata.

Sono previste anche due dimensioni: 4695 per la berlina e 46120 per il SUV. Entrambe hanno un diametro di 46 mm come le 4680 di Tesla, ma sono più lunghe rispettivamente di 15 e 40 mm. In più, mentre si dice che la cella NCM811 di Tesla immagazzini circa 98 wattora, il volume delle celle BMW è superiore rispettivamente del 19% e del 50%.

  Volume della cella
(rx Pi x h)
Differenza
rispetto a 4680
Capacità
di stoccaggio
4680 (NMC, Tesla) 133 mm3   circa 100 Wh
4695 (BMW) 158 mm3 +19% circa 119 Wh
46120 (BMW) 199 mm3 +50% circa 150 Wh

Rispetto alla cella 4695, la 46120 ha circa il 26% di volume in più. Se le due auto elettriche hanno lo stesso passo, il SUV potrebbe avere quindi il 26% in più di capacità; tuttavia, essendo probabilmente più pesante, l'autonomia non aumenterà nella stessa misura. Il fatto che le celle più corte di 25 mm siano utilizzate nella berlina dovrebbe consentire una posizione di seduta più bassa.

Per l'installazione delle celle, BMW segue il concetto " cell-to-pack" e "pack-to-open-body": significa che le celle vengono assemblate direttamente (senza deviazioni tramite moduli) in un pacco batterie inserito nella carrozzeria aperta dal basso:

BMW-Workshop: Da cellula a pacco e da pacco a corpo aperto

La Neue Klasse ha un sistema a 800 volt. Le tensioni nominali sono generalmente inferiori. Se ipotizziamo 650 volt, sarebbero necessarie circa 180 celle collegate in serie, perché una cella agli ioni di litio ha una tensione di circa 3,6 volt.

Fino a questo punto, i rapporti sono simili a quelli dell'Audi Q6 e-tron e della Porsche Macan. Tuttavia, le celle cilindriche di BMW hanno una capacità di accumulo nettamente inferiore rispetto alle celle prismatiche di Audi e Porsche: 180 celle da 150 Wh ciascuna forniscono solo 27 kWh. Per raggiungere un'autonomia di 600 km, sarebbe necessario un numero di kWh almeno triplo. La configurazione della batteria sarebbe quindi 180s3p (invece di 180s1p per Audi e Porsche).

Per quanto riguarda l'autonomia, si dice che questa sia superiore del 30%, presumibilmente rispetto alle attuali BMW dello stesso segmento. La BMW i4 riesce a percorrere circa 590 km con la sua batteria da 81 kWh; il 30% in più sarebbe oltre 750 km. La BMW iX3 ha una batteria da 74 kWh per un'autonomia di circa 470 km; il 30% in più sarebbe circa 610 km. Anche l'autonomia massima dei veicoli di fascia media sarà probabilmente compresa tra questi valori. La classe di lusso di BMW non offre un'autonomia molto superiore: la BMW iX ha un'autonomia fino a 633 km, la BMW i7 fino a 625 km.

Grazie al sistema a 800 volt, la ricarica dovrebbe essere più veloce del 30%. In soli 10 minuti, si dovrebbe essere in grado di ricaricare per altri 300 km. Per fare un confronto: Porsche promette fino a 315 chilometri in 10 minuti per la nuova Taycan, mentre Tesla promette fino a 282 chilometri in 15 minuti per la Model 3 (cioè circa 188 km in 10 minuti). La piattaforma supporta anche la ricarica bidirezionale. 

Trazioni e denominazioni dei modelli

La Neue Klasse è dotata della sesta generazione del BMW eDrive. Come le precedenti auto elettriche della Casa, la trazione è fornita da motori sincroni eccitati dalla corrente, cioè motori elettrici in cui il campo magnetico nel rotore è generato da elettromagneti (invece che da magneti permanenti come nei PSM).

La potenza del sistema dovrebbe variare da 200 a 1.000 kW. La potenza più bassa è più o meno in linea con gli attuali modelli base, come la i4 eDrive35 (210 kW). La potenza più elevata sarà probabilmente quella del modello sportivo con quattro motori, che viene commercializzato come M3 elettrica. I motori saranno costruiti nello stabilimento BMW di Steyr, in Austria.

Siccome BMW vuole abbandonare le denominazioni attuali dei modelli, come la BMW i4 eDrive40, ai nuovi modelli potrebbero essere assegnati nomi come i340 o i360 xDrive o iX340 o iX60 xDrive. La M3 elettrica potrebbe chiamarsi iM350 xDrive o qualcosa di simile.

L'abitacolo 

Le BMW elettriche di oggi, come la i5, hanno due display in formato orizzontale uno accanto all'altro, oltre a un head-up display. Le auto di fascia media della Neue Klasse, invece, non avranno più il classico display della strumentazione. La velocità di guida sarà proiettata sul bordo inferiore del parabrezza, che BMW chiama Panoramic Vision.

Resta da vedere se nelle nuove auto ci sarà un display AR e se sarà nell'head-up display (come in VW, ad esempio) o sul touchscreen. I pulsanti fisici sono stati ridotti al minimo e, in realtà saranno presenti solo sul volante. Come in precedenza, ci sarà anche il controllo vocale.

Il volante è appiattito nelle parti superiore e inferiore. Inoltre, nell'abitacolo sono presenti materiali chiari e una leva del cambio in vetro nella console centrale simile a quella della i5. 

BMW Vision Nuova Classe X (2024)

L'abitacolo della Vision Nuova Classe X: quasi nessuna differenza con il salone

Lancio sul mercato e produzione

Dopo i due veicoli di medie dimensioni, entro due anni seguiranno altri quattro modelli basati sulla Neue Klasse. Il ceo Oliver Zipse ha recentemente descritto il SUV e la berlina di medie dimensioni come "le estremità della Neue Klasse". C'è ancora molto spazio in mezzo, che stiamo sfruttando (...). Entro 24 mesi, arriveranno sul mercato almeno sei modelli diversi". 

Secondo Zipse, anche il numero degli stabilimenti dove la Neue Klasse sarà prodotta aumenterà rapidamente: "Il nostro nuovo stabilimento di Debrecen, in Ungheria, sarà il primo e da lì uscirà il modello X dalla fine del 2025. Nel 2026 seguiranno senza soluzione di continuità il nostro stabilimento principale a Monaco e quello a Shenyang, in Cina. Nel 2027, la Neue Klasse sarà lanciata anche a San Luis Potosí, in Messico". Vicino a ogni fabbrica ci sarà un impianto di assemblaggio delle batterie di proprietà BMW.

Fotogallery: BMW Vision Neue Klasse X (2024)