Qualche mese fa Xpeng attraversava una preoccupante crisi finanziaria. Oggi, però, la Casa cinese sembra aver lasciato la tempesta alle spalle e, anzi, dà il via a un ambizioso piano di espansione, che passa dal debutto su nuovi mercati (entro fine anno sarà in vendita anche da noi) e dal lancio di un nuovo brand: Mona.

Il marchio sarà lanciato ufficialmente tra 8 giorni, esattamente il 20 giugno, ma la Casa ha già rilasciato parecchie informazioni al riguardo. Vediamo cosa  aspettarci.

Alla base c'è l'intelligenza artificiale

Prima di tutto il nome: Mona. O meglio, MONA, acronimo di “Made of New AI”. Già questo spiega parecchio. He Xiaopeng, ceo e presidente di Xpeng, aveva detto che avrebbe investito circa 450 milioni di euro per sviluppare vetture di nuova generazione basate sull’intelligenza artificiale, sulla quale è al lavoro un team di circa 4.000 persone. Queste Mona, che saranno tutte elettriche chiaramente, proprio sull’AI faranno affidamento sotto diversi punti di vista.

Xiaopeng in persona ha presentato il nuovo marchio e, nel farlo, ha detto che questa nuova famiglia di auto elettriche sarà molto avanzata, ma non per questo inaccessibile economicamente. In Cina potrebbe essere venduta a un prezzo corrispondente compreso tra i 15.000 e i 20.000 euro. A vedere le immagini del primo modello del nuovo marchio, la berlina M03, ci si chiede come sia possibile.

 

La aspettiamo anche in Europa

Tra i dubbi che speriamo vengano chiariti il 20 giugno c’è anche quello sul nome definitivo. Su Weibo, infatti, la Casa parla di Xpeng M03. Ma allora il marchio Mona dov’è? Ma soprattutto: l’auto sarà venduta anche in Europa? La risposa a questa domanda è: probabilmente sì.

Dopo aver debuttato su alcuni mercati selezionati del nord Europa, infatti, Xpeng vuole consolidare la propria presenza nel Vecchio Continente e, entro la fine del 2024, dovrebbe debuttare in alcuni Paesi chiave, Italia inclusa. Qui porterà buona parte delle auto che ha attualmente in commercio, una gamma pronta a essere completamente rinnovata, visto che nelle intenzioni c’è quella di lanciare 30 novità, tra modelli inediti e aggiornamenti, da qui al 2027.