Doveva essere un Investor Day relativamente tranquillo quello convocato da Rivian nelle ultime ore, che prometteva di dare le solite indicazioni finanziarie e qualche aggiornamento sui veicoli previsti, ovvero gli R2, R3 e R3X. E invece no.

La startup americana ha sorpreso il mondo degli affari con un annuncio e, forse, un'anticipazione: il primo è la creazione una joint venture con la tedesca Volkswagen, mentre la seconda è lo spoiler di nuovi modelli in arrivo.

L'alleanza con VW

Andando in ordine, la partnership con Wolfsburg prevede la nascita di una jv al 50-50 che si concentrerà sullo sviluppo di tecnologie per auto elettriche "software-defined". Contemporaneamente, i teutonici investiranno 5 miliardi di dollari (4,68 miliardi di euro) nell'azienda statunitense (1 miliardo subito e 4 miliardi entro il 2026), che in cambio condividerà le sue conoscenze nel settore.

Spoiler?

Ma - come detto - le novità non finiscono qui, perché nell'ultima lettera agli azionisti - intercettata da BloombergNEF - Rivian allega un'immagine con diversi modelli, alcuni già in strada o vicini all'arrivo, altri sconosciuti.

L'immagine attenzionata

Nel dettaglio, nella colonna a sinistra vediamo i primi R1S e R1T e i furgoni Amazon; poi i secondi veicoli R1 insieme a un altro veicolo velato, che potrebbe essere R1X. Ma i veri misteri si trovano dopo, dove spuntano quattro "forme": una sopra gli R2 e R3 (destinati anche all'Europa) e tre nella fila verticale a destra, accompagnati dalla scritta "Affordable mass market".

Sembra quindi che la startup abbia in cantiere alcuni veicoli per il "mercato di massa". Insomma, auto elettriche economiche dal prezzo probabilmente inferiore ai 25.000 dollari. Contattato però da InsideEVs US, il costruttore rifiuta di commentare. Che sia un altro indizio?