Su strada e in un mondo sconosciuto a tanti automobilisti, fatto di pannelli solari, batterie stazionarie e risparmi: l’auto elettrica è un veicolo che viaggia in più territori e che potremmo vedere come una nuova tecnologia che apre le porte ad altre nuove tecnologie.

“È un’esperienza super ingaggiante”, riassume Francesca Gostinelli, ceo di Enel X intervistata dal direttore Alessandro Lago nella sede di InsideEVs.

“Quando si installa un’infrastruttura di ricarica a casa – continua la numero uno della divisione Enel –, il cliente si interessa a servizi aggiuntivi per ottimizzare i consumi, per esempio un impianto fotovoltaico, magari accoppiato a un sistema di accumulo”.

Così “la casa stessa cambia e diventa più dinamica, efficiente, intelligente, flessibile e sicura”.

Enel X e Audi insieme per la ricarica domestica Ready for e-tron home

Ricarica dell’auto elettrica a casa con wallbox Enel X

Efficienza e risparmio

Ma, soprattutto, cambiano le spese dell’automobilista, che “globalmente guadagna” grazie alla ricarica domestica. “I vantaggi dell’elettrificazione – aggiunge infatti Gostinelli – sono l’efficienza e quindi i risparmi”, oltre alla sostenibilità ambientale.

“Bisogna solo educare il cliente”, è la specifica. Qualcosa però si muove già, perché – incoraggiate da incentivi – le installazioni di sistemi fotovoltaici sono cresciute molto negli ultimi due anni, anche se rimangono differenze fra case private e condomini. Per saperne comunque di più, potete guardare il video allegato all’articolo.