Il mondo delle ebike è in costante espansione. Ogni giorno assistiamo infatti al debutto di diverse tecnologie nuove. E l'ultima in ordine di tempo è il nuovo powertrain a 48 volt di ZF.

Il nuovo sistema si chiama ZF Bike Eco System e al suo interno trovano posto tutti i componenti utili all'azionamento della bicicletta, come il motore, le batterie e la centralina di gestione. Scopriamo come è fatto.

Una gradita novità

La novità è degna di nota in quanto a produrla è il leader tedesco dei cambi automatici e dei motori elettrici globale ZF. L'azienda aveva inizialmente annunciato il debutto del nuovo sistema a metà maggio con l'intenzione di presentarlo alla fiera Eurobike.

Il componente principale di questo innovativo powertrain, lo ricordiamo con architettura a 48 volt, è l'unità motore ZF CentriX, in grado di generare, in due differenti versioni, 450 watt di potenza e 75 Nm di coppia o da 600 watt di potenza e 90 Nm di coppia.

Il motore del sistema

Una particolarità unica del progetto è che si tratta di un sistema dal design molto compatto, con motore centrale con design cilindrico da 88 mm di diametro e 118 mm di spessore, progettato specificamente per mountain bike e bici da trekking.

La batteria con cui viene fornito di serie può avere una capacità di 504 o 756 Wh e, in base a quanto specificato dal produttore, viene installata all'interno del tubolare del telaio rivolto verso il basso utilizzando un sistema di binari e può essere rimossa per essere caricata.

La centralina di gestione, invece, viene installata sul tubolare superiore e, in poche parole, si tratta di un'unità operativa in grado di mostrare alcune informazioni importanti al ciclista, come lo stato di carica della batteria.

Il costo per ciascun produttore di ebike non è stato specificato, tuttavia l'azienda ha fatto sapere in fase di presentazione che si tratta di un sistema aperto, dunque personalizzabile nelle interfacce e nelle opzioni di integrazione per fornitori di terze parti. Per saperne di più non resta che attendere.