Tesla Model 3, MG4 e diverse vetture a marchio Nio: sono alcuni fra i primi modelli di auto elettriche che potrebbero subire un aumento dei prezzi dopo l’entrata in vigore dei nuovi dazi doganali sulle importazioni di veicoli full electric prodotti in Cina, accusati di dumping industriale dalla Commissione europea.

A ufficializzare le tariffe punitive e aggiuntive è lo stesso Esecutivo dell’Ue, che applicherà le tasse (provvisorie) dal 5 luglio, per 4 mesi: il tempo di trovare un accordo con Pechino ed evitare il giro di vite, altrimenti la stretta diventerà definitiva.

Si tratta di incrementi da aggiungere all’attuale tassa del 10% e che vanno dal 17,4% per BYD al 37,6% per SAIC e costruttori “non collaborativi” nell’indagine di Bruxelles, con in mezzo il 19,9% per Geely, il 20,8% per le altre Case e una non specificata maggiorazione individuale per Tesla. Intanto, però, i produttori annunciano possibili rialzi ai listini.

Chi si muove e chi aspetta

Erano stati Elon Musk e soci i primi ad avvisare gli automobilisti: “Il prezzo di Model 3 potrebbe aumentare dal 1° luglio 2024 a causa dei dazi sull’importazione previsti”, scriveva l’ufficio stampa il giorno dopo la mossa della Commissione, anche se, a oggi, nessuna modifica ai costi è stata confermata.

Tesla Model 3 Performance 2024

Tesla Model 3

Ma adesso arrivano le indiscrezioni di Automotive News Europe su diverse Case che esportano dalla Cina al Vecchio Continente: sono MG (del gruppo SAIC) e Nio, che non escludono risposte commerciali alla misura di Bruxelles.

Nel dettaglio, Andrea Bartolomeo, country manager di MG in Italia, dichiara che “per il momento” il brand non prevede contromosse dalle nostre parti. Situazione analoga in Francia, dove un portavoce del marchio spiega che l’azienda ha in magazzino abbastanza scorte del SUV elettrico MG4 “per arrivare a novembre senza aumentare i prezzi”. Poi tutto potrebbe accadere.

MG4 Electric

MG4

Dacia Spring (2024)

Dacia Spring

Anche Nio valuta il da farsi, mentre Dacia esclude variazioni al listino dell’economica Spring; eventuali ripensamenti arriveranno in un secondo momento, ma non in modo improvviso o significativo.

Modello di auto elettrica Prezzi di oggi
Tesla Model 3 (trazione posteriore)
Tesla Model 3 (Long Range)
Tesla Model 3 (Performance)
40.490 €
47.990 €
55.990 €
MG4 (Standard)
MG4 (Comfort)
MG4 (Luxury)
MG4 (Trophy Extended Range)
MG4 (XPOWER)
30.790 €
34.790 €
36.790 €
40.290 €
41.290 €
Dacia Spring (Expression)
Dacia Spring (Extreme)
Dacia Spring (Business)
17.900 €
19.900 €
19.200 €

Appello a Bruxelles

A questo panorama si aggiungono Volkswagen e la VDA, associazione delle Case in Germania, che lanciano l’appello all’Esecutivo europeo: “Gli effetti negativi di questa decisione superano qualsiasi vantaggio per l’industria automobilistica europea, in particolare quella tedesca”, le parole di Wolfsburg.

“La Cina svolge un ruolo decisivo per una trasformazione di successo verso l’elettromobilità e la digitalizzazione e un conflitto metterebbe a repentaglio questa trasformazione”, aggiunge il resto dell’industria teutonica.

Tutto potrebbe comunque cambiare nei 4 mesi di tempo che Bruxelles e Pechino si sono dati per trovare un accordo ed evitare la guerra commerciale.