Rinnovata sul finire dello scorso anno, la Mercedes EQA trae giovamento dal restyling e si attesta, ad aprile, tra le auto elettriche più vendute in Italia (proprio come la sorella maggiore EQB, che sta vivendo analogo destino).

L’ultima versione del SUV elettrico targato Stoccarda introduce una nuova mascherina, che sembra formare un unico elemento con i fari anteriori, complice anche il led che si estende per tutta la lunghezza del frontale, e diversi paraurti (sia davanti sia dietro). Ma estetica a parte, come è fatta questa Mercedes EQA? Vediamola nel dettaglio.

Mercedes EQA: piattaforma e dimensioni

La Mercedes EQA, come molte delle elettriche della Casa della Stella, nasce sulla piattaforma MFA che il gruppo ha introdotto più di 10 anni fa (era il 2011) e che serve da base per numerosi modelli compatti del brand (Classe A, Classe B, CLA, GLA, GLB…). Nata, in sintesi, per tutte quelle auto con motore anteriore trasversale e trazione anteriore, è stata progettata principalmente per powertrain termici, ma è stata adattata a motorizzazioni 100% elettriche.  

Mercedes EQA (2023)

La piattaforma, quindi, rappresenta una sorta di elemento ponte fino all’introduzione della nuova piattaforma Mercedes, quella MMA che debutterà sui modelli di nuova generazione e che, pur essendo in grado di fungere da base anche per motori ibridi, è nata come “electric first”.

Tornando al presente, la EQA ha una lunghezza di 4,63 metri, una larghezza di 1,83 m e un’altezza di 1,62 m. Può contare su un passo di 2,73 metri e su un peso che, sulla versione più leggera, quella con un solo motore elettrico e la trazione posteriore (EQA250+), parte da poco sopra le due tonnellate. Per quella con la trazione integrale (EQA 350) si devono mettere in conto una sessantina di kg in più.

  • Lunghezza: 4,63 metri
  • Larghezza: 1,83 metri
  • Altezza: 1,62 metri
  • Passo: 2,73 metri
  • Peso: 2.055 kg

Mercedes EQA: spazio a bordo

La Mercedes EQA offre un abitacolo ampio e confortevole per quattro persone. I centimetri a disposizione per le gambe e la testa degli occupanti sono molti e dietro, se si sta in due, si viaggia comodi anche sulle lunghe distanze. Come spesso accade su vetture di questo tipo, il posto posteriore centrale risulta un po’ più sacrificato (anche per la forma del divano).

Mercedes EQA (2023)

Per quanto riguarda il bagagliaio, invece, il SUV tedesco mette a disposizione un vano che non fa segnare record in termini di capienza assoluta ma che è ben fatto e ben sfruttabile per il volume che offre. Siamo di fronte a un valore di 340 litri che, abbattendo i sedili posteriori arrivano a 1.320 l. il layout della piattaforma MFA non ha consentito ai tecnici Mercedes di ricavare un vano di carico sotto il cofano anteriore.

  • Bagagliaio: 340/1.320 litri
  • Frunk: n.d.

Mercedes EQA: software

Con il restyling di qualche mese fa, la Mercedes EQA ha ricevuto la versione più recente del sistema di infotainment MBUX che consente di avere diverse grafiche e diverse modalità di visualizzazione delle informazioni.

È stato aggiornato con una serie di funzioni aggiuntive che si sommano ai già presenti standard di connettività (Apple CarPlay e Android Auto). Ci si riferisce ai servizi online e al Dolby Atmos, che è optional, e che innalza l’esperienza sonora offrendo una qualità audio molto coinvolgente. Il software dell’MBUX è aggiornabile Over The Air e ha ricevuto lo scorso anno la release 2.4.

Mercedes EQA (2023)

Sulle auto della Stella, però, per ora non sono previsti aggiornamenti in remoto dedicati alla gestione del powertrain.

Mercedes EQA: batteria e autonomia

La Mercedes EQA ha una batteria agli ioni di litio composta da 5 moduli che è posizionata nella parte centrale del pianale, sotto gli occupanti. Ha una tensione di 420 volt e una capacità complessiva di 70,5 kWh.

L’auto, nella sua versione meno potente (EQA 250+) ha un consumo medio sul ciclo misto di 14,5 kWh/100 km e un’autonomia dichiarata di 557 km. Sulla sua versione più potente (EQA 350) invece, viste la maggiore potenza in gioco (i cavalli da 190 diventano 292) e la presenza di due motori elettrici, che garantiscono la trazione integrale, i consumi salgono a 16,8 kWh/100 km e l’autonomia scende a 457 km.

Mercedes EQA: ricarica

La Mercedes EQA si ricarica sia in corrente alternata, sia in corrente continua. Di serie, il SUV tedesco è dotato di un caricatore di bordo da 11 kW compatibile con la ricarica in AC. In CC, invece, l’auto può ricevere energia da una colonnina rapida a potenze fino a 100 kW.

Mercedes EQA (2023)

Nel primo caso, la ricarica dal 10% all’80% della batteria richiede circa 6 ore e mezzo, mentre nel secondo caso bastano 32 minuti.

Mercedes EQA: prezzi

Come anticipato, la Mercedes EQA è disponibile a listino in due versioni. Si può scegliere tra la EQA 250+ e la EQA 350. Su entrambe sono addirittura 7 gli allestimenti disponibili: Progressive, Progressive Advanced, Progressive Advanced Plus, Electric Art Advanced Plus, AMG Line Advanced, AMG Line Advanced Plus, AMG Line Premium.

La EQA 250+ ha un prezzo di partenza di 56.630 euro, ma, in base all’allestimento, può costare fino a 10.400 euro di più. Il listino della EQA 350, invece, parte da 60.950 euro e, anche in questo caso, seguendo gli stessi scalini di prezzo, si può arrivare a 71.350 euro (10.400 euro in più) optando per la AMG Line Premium, che rappresenta il top di gamma.

Fotogallery: Mercedes EQA (2023)