Con il progetto MoVe-In, la Regione stanzia un bonus regionale da 8.000 euro per l'acquisto di un'auto a zero emissioni: si somma a quello statale

Di recente abbiamo raccontato il curioso caso di Carpi, che ha stanziato incentivi comunali per chi acquista un'auto elettrica. Oggi andiamo in Lombardia, per vedere una misura promossa dalla Regione che garantisce un risparmio a dir poco consistente se si passa ad una vettura a zero emissioni.

Si parte a ottobre, anche per chi acquista adesso

Grazie al progetto MoVe-In (acronimo di Monitoraggio Veicoli Inquinanti), infatti, la Regione mette a disposizione di chi acquista un'auto elettrica fino a 8.000 euro a fondo perduto, se si rottama un veicolo datato.

L'iniziativa entrerà in vigore a ottobre di quest'anno e potrà contare sullo stanziamento di un fondo di 26,5 milioni di euro. Di questi, 8,5 saranno destinati alle imprese, mentre i restanti 18 saranno a disposizione di cittadini privati. A godere degli incentivi saranno tutti i soggetti che hanno acquistato un'auto elettrica a partire dal 2 agosto. L'incentivo regionale, come tutti quelli di origine locale, potrà essere sommato all'Ecobonus statale, che può arrivare ad un massimo di 6.000 euro.

Incentivi auto elettriche, in Lombardia si può arrivare a 14.00o euro

Arriva anche la scatola nera

Con lo stesso provvedimento, la Regione introdurrà la cosiddetta scatola nera per 1,3 milioni di veicoli inquinanti. Si tratta di Euro 0 a benzina ed Euro 0, 1, 2 e 3 a gasolio che, montando un dispositivo in grado di misurare nel rispetto della privacy il reale uso della vettura, permetterà in base all'omologazione antinquinamento di percorrere una distanza annua variabile tra i 1.000 e i 9.000 km.

L'iniziativa nasce dall'idea che un'automobilista che usa la propria auto per pochi chilometri all'anno, inquinando poco in termini assoluti, può ancora circolare senza essere obbligato a passare ad una vettura più moderna ed efficiente.