A Ginevra verrà presentata la gamma ibrida plug-in. Il prototipo EQA invece sta girando in Svezia in vista dell'esordio di fine anno

L'elettrificazione di Mercedes continua spedita, ed ora si sta improntando sempre più sulla sua gamma compatta. E' un percorso che procede attraverso quelli che sono gli ultimi collaudi in vista delle presentazioni ufficiali.

Un percorso che, tra le altre cose, prevede dunque una doppia via. Mentre a Ginevra, al Salone 2020, la Casa della Stella presenterà le sue varianti ibride, tra i ghiacci della Svezia, fervono i collaudi della propria elettrica.

Doppia via elettrica

La protagonista è dunque la futura Mercedes EQA, SUV compatto che si presenterà in veste  -- e non solo - completamente elettrica. Sarà la sorella della GLA e sarà presentata alla fine dell'anno, considerando come i prototipi di pre-produzione sono attualmente in fase di test invernale tra i le nevi della Svezia, intorno alle cascate artiche.

Fotogallery: Mercedes-Benz EQA, il prototipo gira tra le nevi della Svezia

Ipotesi tecniche

Non sappiamo ancora molto sui dati tecnici della Mercedes EQA e sui nuovi ibridi plug-in EQ Power, ma la casa di Stoccarda ha rilasciato delle foto del prototipo in fase di sviluppo. E' però possibile ipotizzare come la EQA sarà legata alla piattaforma MEA EVA II, così come la EQB, dunque dovrebbe essere legato a versioni differenti sia per capacità che per potenze.

Per la prima il delta dovrebbe variare tra i 60 ed i 110 kWh, mentre le potenze dovrebbero partire da circa 200 sino a 340 CV.

L'autonomia stimata dovrebbe attestarsi intorno ai 400 chilometri, ma come ben sappiamo, quando si parla di cicli di autonomia, sopratutto per un prototipo in fase di sviluppo, si può solo ipotizzare non facendo riferimento a standard di omologazione.