La Casa archivia il suo miglior primo trimestre di sempre con oltre 88.000 consegne e quasi 103.000 auto prodotte

Il Coronavirus ha inciso solo in parte sulle vendite di Tesla, che archivia il suo miglior primo trimestre di sempre con 88.400 auto consegnate e 102.672 prodotte. Valori che hanno superato le attese degli analisti, che si aspettavano un volume di consegne di poco superiore alle 77.000 unità.
Il ritmo della produzione quindi ha risentito solo in modo marginale dello stop causa Covid-19 dello stabilimento americano di Fremont nell’ultima settimana di marzo (non senza qualche precedente polemica) che non ha consentito però di battere il record di 105.000 vetture uscite dalle linee registrato nei tre mesi precedenti. Fondamentale in ogni caso l’apporto della gigafactory cinese di Shanghai, pur con lo stop & go dettato dalla crisi sanitaria.

Un calo fisiologico

Sotto il profilo delle consegne il calo registrato rispetto al massimo storico toccato nel trimestre precedente, quando ne sono state effettuate 112.000, non sorprende particolarmente. Un po’ per l’inevitabile effetto-Coronavirus – che pure in un certo senso la Casa riesce a contrastare con le consegne contactless in stile Amazon che abbiamo documentato in video – e un po’ per il fisiologico calo del mercato auto nel primo trimestre dell’anno. Sarà da vedere ora come si evolverà la situazione del mercato alla luce degli sviluppi dell’emergenza Coronavirus. Da notare intanto come a marzo la Model 3 sia stata l'auto elettrica più venduta in Italia.

Lo spaccato dei modelli (a coppie)

Tesla non fornisce i dati di produzione e consegna per i singoli modelli, ma accorpa Model S e Model X e Model 3 e Model Y. Le prime segnano complessivamente 15.390 unità prodotte e 12.200 consegne, mentre le seconde due segnano 87.282 unità prodotte e 76.200 consegnate.

Al netto di quello che sarà lo strascico economico della pandemia per Tesla sarà un anno fondamentale sul fronte prodotto grazie al debutto della Model Y, che abbiamo potuto provare in anteprima, ma anche dal punto di vista della R&S, con novità attese molto importanti sul fronte delle batterie, verosimilmente correlate al progetto "top-secret" di cui vi abbiamo parlato nei mesi scorsi e che potrebbe essere svelato nel Battery Day atteso nelle prossime settimane.

Fotogallery: Tesla Model Y vs Model 3