In attesa del Battery Day il numero uno della Casa californiana continua a far chiacchierare con iniziative a dir poco "curiose"

Ricordate la storia del lanciafiamme di Elon Musk? Inutile (o quasi) gingillo da 500 dollari andato soldout in 24 ore con un incasso netto da 3,5 milioni di dollari?

Oggi, aspettando l'attesissimo Battery Day e nel mezzo delle importanti manovre sulle materie prime per le batterie, Mr. Musk torna all’attacco - e a stupire tutti - con un altro gadget che sta intasando i server. Si tratta di un paio di pantaloncini da donna marchiati Tesla che – strano ma vero – sono andati a ruba. E il sottotesto è una chiara presa in giro agli "shortseller" delle azioni Tesla alla Elon Musk maniera.

Nome in codice "S3XY"

Sono rossi, in tessuto lucido e dietro hanno i nomi delle 4 auto in vendita: e qui, si conferma la congettura secondo la quale le lettere affidate ai modelli fossero state scelte per comporre la parola S3XY. Così è, in effetti.

I Tesla Short Shorts (questo il nome ufficiale), da donna, sono stati lanciati guarda caso dallo stesso Elon Musk su Twitter. I suoi 36 e passa milioni di followers non hanno aspettato un secondo e si sono lanciati sullo shop online, intasando il sito.

 

 In vendita a 69 dollari

I nuovi shorts della Tesla, non proprio cheap, sono venduti a 69,42 dollari e, al momento, sono rimasti solo in taglia XL. Tutte le altre sono effettivamente esaurite. Non si sa neanche se saranno messi in vendita nuovi stock o se il prodotto è andato per sempre.

In ogni caso, anche questa operazione, oltre a portare liquidità nelle casse della Casa californiana, dimostra una volta di più il dilagare della Tesla-mania. Nel bene e nel male.

Pieno sostegno alla candidatura di Kanye West

Nel turbinio di tweet a firma Elon Musk (e chissà stavolta cosa ne pensano i suoi) tra un messaggio di congratulazioni ai suoi dipendenti per i risultati ottenuti e una frecciatina al filosofo e saggista Noam Chomsky, arriva anche il sostegno al rapper Kayne West, che ha annunciato, anche lui cinguettando, di volersi candidare alle prossime elezioni presidenziali americane per prendere il posto di Donald Trump, in passato sostenuto pubblicamente a più riprese.

 

Kayne West, artista più pagato del 2020 secondo le ultime statistiche, famoso per la sua attività di rapper e per essere, insieme alla moglie Kim Kardashian, uno tra i personaggi dello spettacolo più seguiti e influenti, ha detto di voler entrare in politica (e non è la prima volta) per “realizzare la promessa dell’America e costruire un nuovo futuro”. Che passi anche per l’auto elettrica?