Dopo la California, si punta alla Cina e all'Europa. In quest’ottica, il 6 agosto Tesla ha fondato la Tesla Insurance Brokers Co

La forza di Tesla è sempre stata quella di avere una visione complessiva. La volontà di Elon Musk di diventare anche fornitore di energia ne è forse l’esempio più lampante. E la stessa capacità di vendere, oltre alle auto, anche i pannelli fotovoltaici e le powerwall per la gestione dei flussi di corrente di un’abitazione privata va nella direzione.

Oggi Tesla punta a diventare anche compagnia assicurativa. In Cina e in Europa, chiaramente, visto che in California già lo fa da un anno.

L’apertura di Tesla Insurance in Cina

In quest’ottica, il 6 agosto Tesla ha fondato la Tesla Insurance Brokers Co, società di assicurazioni con capitale sociale di 50 milioni di yuan, poco più di 5 milioni di euro. Tesla Motors Hong Kong detiene l’intero pacchetto azionario e Tom Zhu Xiaotong, alla guida di Tesla Cina da dicembre scorso, ne è il legale rappresentante.

La stampa tedesca riporta che Tesla abbia già manifestato a più riprese la volontà di avviare un’operazione simile anche in Europa. Nel Vecchio Continente fondare una società assicurativa è un po’ più complicato, ma a quanto si dice è solo questione di tempo. Si devono solo risolvere questioni inerenti la sede legale e altri aspetti operativi.

L’esperienza californiana

Tesla ha già maturato dodici mesi di esperienza nel campo. Ad agosto 2019, infatti, ha fondato la Tesla Insurance in California, società assicurativa che offre tariffe scontate anche del 20 o 30% rispetto alla media del mercato.

Tesla Insurance - Algorithm update in progress.

Questo perché Tesla può sfruttare la profonda conoscenza delle auto elettriche in generale e delle proprie vetture in particolare. Ad esempio, essendo in grado di analizzare tutti i dati forniti dai propri veicoli, e potendo contare su un dialogo diretto e continuo con centraline e software, può risolvere più velocemente (e con minor esborso di denaro) la maggior parte dei contenziosi.

Il debutto in altri stati

L’esperimento californiano sembra perfettamente riuscito. Zachary Kirkhorn, CFO di Tesla, ha a distanza di un anno la divisione assicurativa della Casa è pronta a offrire lo stesso servizio in altri stati degli USA e che aspetta solo le autorizzazioni necessarie. Già entro la fine dell’anno si vedranno i frutti di questa operazione.

Da lì ad espandersi nel resto del mondo, conoscendo Elon Musk, sarà un attimo…