Un errore di valutazione ha vanificato un lungimirante progetto da 10 milioni di dollari avviato nel 2014

Nel 2014 l'allora sindaco di Los Angeles, Eric Garcetti, dichiarò che l'amministrazione si sarebbe convertita alle auto elettriche e ibride. Un'apertura lungimirante che includeva i veicoli della Polizia, ma che a posteriori ha mostrato qualche difetto di applicazione che ha ostacolato il progetto.

I costi dell'operazione, inclusi quelli per l'infrastruttura di ricarica, arrivarono a superare i 10 milioni di dollari e l'iniziativa ora si è arenata per una serie di peccati di gioventù che oggi non sarebbero più commessi. Vediamo perché.

Tutte BMW i3

Nel 2016 BMW vinse la gara d'appalto per la fornitura di 100 i3 al Los Angeles Police Departement. Si trattava di esemplari con batteria da 22 kWh, pacchetto interno Deka World e cerchi standard da 19". 

Alcune delle auto erano dotate di range extender, mentre le altre erano esclusivamente elettriche. Furono consegnate nel 2018 e, se siete appassionati di i3, saprete forse che nel 2018 la versione da 22 kW non era ufficialmente in vendita. Fu proprio per soddisfare l'ordine della polizia losangelina che il modello subì ritardi.

Un errore di valutazione

Ora, guardando ai numeri, si capisce subito che con un'autonomia effettiva inferiore ai 150 km la BMW i3 non era l'auto più adatta per la Polizia di L.A. abituata a muoversi su distanze particolarmente lunghe. 

BMW i3 electric police car parked on Oxford St  in London

Questo portò a utilizzare poco o niente le elettriche durante il lavoro quotidiano delle pattuglie. Addirittura alcune i3 percorsero solo qualche centinaio di miglia.

Con l'offerta attuale di elettriche, è facile pensare che si sarebbe optato per auto con autonomia superiore, più adatte a macinare km sulle autostrade californiane. Ad esempio non sono poche le Tesla Model 3 LR impiegate per questo utilizzo Oltreoceano.

L'epilogo

Di fronte ad una flotta di decine di auto da 45.000 dollari l'una ferme nei piazzali le critiche si sono alzate da più parti. Diverso ad esempio il caso delle i3 adottate dalla Polizia di Londra, usate regolarmente e in modo proficuo per scopi più indicati per una citycar - seppure con ottime prestazioni - a batteria.

In conclusione, adesso la New Century BMW che aveva gestito il contratto di appalto losangelino ha gettato la spugna e messo in vendita le auto come usato certificato. Questo aspetto non è da sottovalutare, visto che BMW fa valere la garanzia sulle auto e sulle batterie (di 5 anni) solo sui modelli usati considerati "affidabili". 

Si parla di cifre al di sotto dei 20.000 dollari anche per auto con molto meno di 15.000 km sulle spalle. Una cifra interessante per chi si trova da quelle parti, visti anche i prezzi dell'usato alle nostre latitudini (qui la guida con le auto elettriche usate più convenienti in Italia). Certo è che non aver sottoposto la batteria a cicli di carica con regolarità potrebbe averne intaccato l'efficienza