Il colosso dell'e-commerce continua il suo processo di elettrificazione: i nuovi veicoli calcheranno le strade europee entro fine anno

Non c’è solo Rivian nei piani di Amazon. Il colosso dell’e-commerce, che ha prenotato la bellezza di 100.000 furgoni elettrici alla famosa startup americana (nella quale ha anche investito ingenti somme di denaro), oggi ordina per l'Europa altri 1.800 veicoli a zero emissioni a Mercedes.

L’operazione rientra nel piano che Jeff Bezos ha stabilito per rendere Amazon carbon neutral entro il 2040 e per dare all’azienda la più grande flotta green del pianeta. E un primo assaggio lo abbiamo visto con la maxi-centrale per la ricarica in Germania.

In servizio entro l’anno

L'ordine a Mercedes, composto da 1.200 eSprinter e 600 eVito, entrerà a far parte del parco aziendale entro la fine del 2020 e vedrà i veicoli impegnati nei principali Paesi europei, Germania e Inghilterra in testa. Lì saranno destinati rispettivamente 800 e 500 mezzi.

Mercedes-Benz eVito in Amazon fleet in Germany

Non è la prima volta che Amazon si rivolge a Mercedes. Nel 2018 a Stoccarda arrivò un ordine di 20.000 van.

Così Ross Rachey, direttore generale della flotta Amazon, ha spiegato alla Reuters il significato dell’acquisto: “Guardando avanti, ogni volta che si presenta la necessità di rinnovare la flotta, preferiamo acquistare mezzi che non inquinano”.

Amazon non è sola

Sono tante le società che si occupano di logistica e spedizioni che stanno puntando forte sulla mobilità elettrica. UPS, ad esempio, ha ordinato 10.000 camion dall’inglese Arrival.

Fiat E-Ducato

Dall’altra parte, sempre più Case, attratte da un settore in espansione, si stanno buttando sulla commercializzazione di furgoni a zero emissioni. L’arrivo di van elettrici di General Motors e Ford è imminente (2021 e 2022), mentre Fiat e PSA, come Renault del resto, hanno già a listino flotte di commerciali a batteria. Dall'e-Ducato al Master Z.E.

E poi ci sono anche interessanti startup che stanno progettando da zero veicoli elettrici proprio per soddisfare le esigenze dei corrieri. Rivian e Bollinger, ad esempio. E la lista è destinata ad allungarsi.