La Casa dovrà intervenire fisicamente su tutti e 2.200 gli esemplari consegnati della berlina elettrica: cos'è successo al software?

Per la Polestar 2 non ci si aspettava certo un esordio del genere. L'elettrica svedese ha fatto anche ottimi numeri, specialmente su certi mercati scandinavi dove si è piazzata ai primi posti delle classifiche di vendita delle auto elettriche. Ma ora deve affrontare un problema non da poco: il richiamo di tutti gli esemplari per un problema che deve essere risolto necessariamente in officina.

Ma quali sono le cause per cui tutte le 2.200 Polestar 2 consegnate fino ad oggi rischiano di spegnersi senza preavviso e, una volta ferme, non possono ripartire in alcun modo? Il mistero è ancora da chiarire.

Un problema di software

Inizialmente si è pensato che fosse un malfunzionamento della batteria a 12 Volt. Ma a quanto pare lo spegnimento improvviso sarebbe dovuto a cause diverse, ancora da chiarire nel dettaglio.

Sicuramente, però, sono legate al software di gestione, sempre più croce e delizia delle vetture a zero emissioni. Il problema però è talmente complesso che non basta neanche rilasciare un aggiornamento il remoto. Si deve intervenire fisicamente.

Fotogallery: Polestar 2 (2019)

Fortunatamente, anche se il powertrain smetteva di funzionare, sterzo e freni non subivano ripercussioni. I conducenti incappati nell’inconveniente, quindi, sono sempre riusciti a fermarsi in sicurezza, senza incappare in pericolosi arresti improvvisi. Non si registrano infatti incidenti legati a questo tipo di malfunzionamento.

Batteria: 78 kWh
Autonomia: 469 km
Potenza max: 408 CV
Coppia max: 660 Nm
0-100: 4”7

Fermo indeterminato

Fa scalpore il fatto che una volta che le Polestar 2 si sono fermate, non si può far altro che caricarle su un carro attrezzi e portarle in un centro assistenza. Il brutto, però, è che lì sono ferme da giorni e non si sa quanto ancora debbano restare in riparazione.

Non certo un buon esordio per l’auto che ha lanciato la mobilità a zero emissioni del brand, che ha a listino anche l’ibrida Polestar 1 e che si appresta a mettere in produzione un terzo modello, anticipato dalla concept Precept.