Le prime auto prodotte dovranno tornare in officina a inizio 2021 per avere Apple CarPlay, Android Auto e realtà aumentata

In vendita a partire dal prossimo 17 giugno, la Volkswagen ID.3 inizierà ad essere consegnata già da settembre, con prezzi a partire da ben sotto i 40.000 euro. A quanto pare però, sulla scia del giallo infinito sul software che la accompagna da mesi, sprovvista in prima battuta di qualche funzione non certo fondamentale, ma che su un'auto così tecnologica e innovativa sono sicuramente apprezzate.

Si tratta dell’app Connect, che gestisce l’interazione con gli smartphone e senza la quale non si potrà usare né il protocollo Apple CarPlay né Android Auto oltre a non avere accesso al Volkswagen Digital Store, e della realtà aumentata (dall'effetto wow assicurato, come abbiamo visto) che doveva essere disponibile con il sorprendente head-up display di ultima generazione. 

Si dovrà tornare in officina

Le funzioni mancanti non potranno essere aggiunte neanche attraverso un aggiornamento OTA del software, ma richiederanno un vero e proprio intervento in un’officina specializzata all'inizio del prossimo anno.

L’inconveniente interesserà solo una parte delle oltre 30.000 ID.3 vendute durante la fase di preordini, e in particolare quelle che saranno consegnate proprio a inizio settembre. Tutte le auto in consegna nell’ultimo trimestre del 2020, invece, saranno già dotate di tutto quanto previsto.

Fotogallery: Volkswagen ID.3 First Edition

La corsa al lancio

L’inconveniente, oltretutto su un modello chiave come la ID.3, è da imputare alla necessità della Casa di accelerare i tempi dell’arrivo sulle strade della berlina elettrica, sia per guadagnare tempo sulla concorrenza, sia per contribuire a raggiungere l’obiettivo di non sforare i valori di emissioni di CO2 stabiliti dall’Unione Europea. E quindi, evitare le pesanti multe, di cui abbiamo spiegato nei mesi scorsi l'esatto funzionamento

Non è chiaro se le lacune delle prime ID.3 possano essere una conseguenza dei problemi di software che Volkswagen ha affrontato lo scorso anno o siano imputabili ad altre cause. Ma si sa che il Gruppo tedesco ha tutte le intenzioni di contenerne i riflessi, avendo programmato investimenti per 33 miliardi di euro da qui al 2024. E che la sola Volkswagen, come Casa, spenderà 11 miliardi di dollari per arrivare a produrre un milione di auto elettriche entro il 2023 e un milione e mezzo entro il 2025.

Aspettando il resto della famiglia

Una cosa però può essere certa, quando anche l'attesissima ID.4 arriverà sul mercato, non solo europeo, ma anche americano e cinese, l’inconveniente delle prime ID.3 sarà solo un ricordo lontano. E lo stesso varrà quando sarà la volta della piccola ID.1, che con un prezzo d'attacco nell'ordine dei 20.000 euro sarà un altro tassello decisivo per l'elettrificazione dell'auto.

Fotogallery: Volkswagen ID.4 2020