Si avvicina la data in cui si potrà richiedere l'incentivo, ma il rischio di intasamento del portale è alto: i consigli di Ancma

È da inizio settembre che si sa che il prossimo 4 novembre sarà il giorno dal quale si potrà fare richiesta del bonus bici. Le modalità sono note: si accede all’apposita sezione (non ancora disponibile) del sito del Ministero dell’Ambiente, ci si registra tramite le credenziali Spid e si carica la fattura o lo scontrino.

Il problema, dice oggi Ancma, Associazione Nazionale Ciclo, Motociclo e Accessori, è che i tanti che faranno richiesta si troveranno a dover affrontare il più classico dei click day. Il rischio di mandare in palla il portale e di fare fatica a completare la procedura, insomma, sembra reale.

I consigli per farsi trovare pronti

La paura, spiega Ancma, è che chi non riuscirà ad avanzare la richiesta in tempi brevi rischierà di trovare il fondo esaurito. È una preoccupazione condivisa anche dagli stessi commercianti, dettata dall'enorme numero di biciclette, monopattini e altri mezzi di trasporto cittadini acquistati e del fatto che il governo abbia stanziato una cifra che sembra abbastanza esigua, per quanto sia passata da 190 milioni di euro a 220.

bici elettrica nera

Ecco allora i suggerimenti dell’Ancma per non farsi cogliere impreparati.

  • Essere certi di avere un’identità digitale (Spid) valida e confermata entro il 3 novembre
  • Scannerizzare il documento di acquisto e salvarlo in pdf
  • Preparare a portata di mano le proprie coordinate bancarie su cui far confluire il rimborso
Seat MÓ: il monopattino e lo scooter

Due bonus distinti

Dal 4 novembre, 2 saranno i bonus a cui si potrà avere accesso. Prima di tutto ci sarà quello riservato a chi una bicicletta l’ha già comprata dal 4 maggio al 3 novembre 2020, che permetterà di ricevere un rimborso del 60% del costo di acquisto fino ad un massimo di 500 euro.

Poi ci sarà quello riservato a chi una bicicletta non l’ha ancora acquistata ma, nell’intenzione di farlo, potrà scaricare un bonus spesa digitale che sarà generato direttamente dal sito o dall’app equivalente (anch’essa in via di sviluppo). Questo “buono” richiederà comunque un’identità Spid e avrà validità di 30 giorni, o comunque non successiva al 31 dicembre 2020.

WES e-Bike Series Bologna 2019

Chi può richiederlo

Ancma, nella divulgazione di questa sorta di vademecum, ha ricordato anche i requisiti necessari per avere accesso al bonus bici 2020:

  • essere maggiorenni
  • avere residenza nei capoluoghi di regione o di provincia (anche con un numero di abitanti inferiore ai 50.000), in un comune con più di 50.000 abitanti o in un comune parte di una città metropolitana, anche con meno di 50.000 abitanti.

L’Ancma, che ricorda che le false dichiarazioni incorreranno in sanzioni civili e penali, specifica anche che i rimborsi da parte dello stato dovrebbero avvenire entro 30 giorni e rammenta che nessun negoziante può rifiutarsi di ritirare un buono d’acquisto.