L'assessore Vincenzo Colla invita nella terra dei motori il CEO di Tesla: "Qui opportunità uniche, non è una missione impossibile"

In Italia se dici auto dici Emilia-Romagna. Una terra che la velocità ce l’ha nel sangue. Proprio da lì parte una proposta rivolta a Elon Musk per investire nella Motor Valley orgoglio di tantissimi appassionati. "È tutt’altro che una missione impossibile – ha dichiarato Vincenzo Colla, assessore regionale allo sviluppo economico in un’intervista a Il Resto del Carlino – siamo già apprezzati dalle multinazionali di tutto il mondo".

L’idea è nata dall'intenzione dello stesso mr. Tesla di investire ancora in Europa. "Se venisse qui troverebbe un territorio che è già attrazione delle multinazionali di tutto il mondo", continua Colla, sottolineando come le eccellenze italiane della terra dei motori abbiano creato un humus forse impossibile da trovare altrove. E anche i cinesi di FAW se ne sono accorti, mettendo sul piatto investimenti di primissimo piano.

Fascino italiano

Se parliamo di Motor Valley dobbiamo tenere conto che si tratta di “una filiera che ha un fatturato di 21 miliardi, con 16mila imprese e 70mila addetti nel raggio di cento chilometri", dice Colla che descrive l’Emilia Romagna come una regione sexy, attraente per gli investimenti esteri perché molto produttiva.

Gli ampliamenti dell'Autodromo di Modena

"Nel 2019 il nostro Pil regionale ha sfiorato i 170 miliardi, di questi 70 miliardi riguardano l’export”, aggiunge. Insomma, sono i numeri a confermare l’internazionalità della Regione che attira anche per la cultura e la sua Università dei motori dove si formano professionalità ad hoc per il settore auto. Quale luogo migliore per attuare la transizione all’elettrico? Colla pensa soprattutto alla Ferrari ibrida ed elettrica: “Basta volerlo e in Emilia-Romagna tutto è possibile".

Avanti con la transizione

Un momento di crisi pandemica può paradossalmente essere favorevole al settore elettrico, avendo portato alla ribalta il tema ambientale e sottolineato l’importanza della transizione industriale ed ecologica.

Quale migliore investimento se non nella mobilità sostenibile? “Gli stessi consumi si stanno spostando in questa direzione", aggiunge l’assessore Colla. Del resto, come abbiamo notato in passato, i presupposti per veder nascere nella Motor Valley un polo di eccellenza per lo sviluppo dell'elettrico di alta gamma ci sono tutti. Ora non resta che aspettare che Musk risponda all'appello.