Secondo Car Magazine il Cavallino sarebbe al lavoro su una nuova piattaforma per due modelli full electric, di cui uno a ruote alte

Che Ferrari sia in procinto di presentare il primo SUV della sua storia è ormai certo. L’auto, pesantemente camuffata e sotto le mentite spoglie di una Maserati Levante, è stata anche avvistata per la prima volta in strada.

Oggi arrivano altre interessantissime indiscrezioni su quella che internamente è individuata con il codice F175 e che, con tutta probabilità, arriverà sul mercato come Purosangue. Le più succose riguardano il fatto che l'auto potrebbe essere anche ibrida... ed elettrica.

Aspettando il 2022

Ora, la Ferrari Purosangue dovrebbe essere presentata all’inizio del 2022 e sfrutterà per buona parte l’architettura delle sportive di Maranello con motore anteriore. In realtà, però, adotterà anche soluzioni provenienti dalle auto del Cavallino a motore centrale. Almeno, questo è quello che rivela la rivista inglese Car, che cita come fonte una non meglio specificata figura interna alla Casa rimasta ovviamente coperta dall'anonimato.

Ferrari SF90 Spider

L’auto, nel 2022, esordirà con delle versioni termiche (può montare motori V12, V8 e V6), ma poi amplierà la gamma con un ibrido che sfrutterà uno schema derivato dalla SF90 Stradale, i cui 1.000 CV arrivano dal V8 da 3,9 litri turbocompresso abbinato a 3 motori elettrici (qui il video della disamina tecnica che abbiamo fatto con i progettisti Ferrari). Nel Caso della Purosangue le unità elettriche potrebbero essere addirittura quattro, come le ruote motrici, anche se la potenza complessiva dovrebbe essere minore.

Sarà anche elettrica?

La scelta dell’ibrido, a ben vedere, sembra quasi d’obbligo, considerando il panorama attuale. Con l’inasprimento delle norme antinquinamento, infatti, anche Ferrari sarà costretta a puntare su modelli sempre più efficienti. Lo fanno anche altre Case specializzate in vetture ad alte prestazioni, come Lamborghini, la cui elettrica potrebbe arrivare prima del previsto, o come McLaren. Tornando alla Ferrari: quale vettura per il debutto a zero emissioni sarebbe meglio del SUV, che arriva proprio per aumentare i volumi di vendita e aprire la strada del marchio verso nuove fette di mercato?

Car si spinge addirittura oltre, e afferma che a Maranello si stia già lavorando su altre due vetture indicate internamente come F244 e F245, che saranno le prime Ferrari a zero emissioni della storia. Non è ancora chiaro se una delle due sarà una Purosangue BEV o se saranno due auto distinte, tra cui quasi sicuramente un SUV, che proprio dalla Purosangue deriveranno. Nascerebbero su una piattaforma skateboard progettata da zero per l’elettrico e ospiterebbero una batteria di grosse dimensioni, con capacità compresa tra gli 80 e i 100 kWh.

Ferrari Purosangue SUV rendering

Sportività senza compromessi

Andando oltre il powertrain, la Purosangue farà di tutto per rimanere fedele al Dna del marchio. Lo affermò lo stesso Sergio Marchionne a fine 2017, quando confermò che si fosse già al lavoro sul progetto di quello che sarebbe stato (e che sarà) il SUV più sportivo del mondo.

Lo ribadì poco dopo Louis Camilleri, che in un’intervista disse: “Aborro sentire la parola SUV nella stessa frase in cui c’è la parola Ferrari; il nostro nuovo modello sarà unico sotto tutti i punti di vista, e ridefinirà il concetto di SUV andando oltre ogni aspettativa”.

Cosa sappiano per ora

Che sarà sportivo più di ogni altro SUV sul mercato è certo. Che sarà ibrido plug-in fortemente probabile. Fonti interne a Ferrari dicono anche che potrebbe avere quattro porte, con quelle posteriori piccole e nascoste, con apertura controvento. Si tratterebbe di una soluzione che permetterebbe di rinunciare al montante B, per favorire l’accesso ai posti posteriori.

L'auto potrebbe avere anche sospensioni pneumatiche ad altezza variabile, quattro posti e un prezzo in linea con il resto della produzione Ferrari. Il listino, stando alle indiscrezioni, dovrebbe aggirarsi intorno ai 300.000 euro, molto più della concorrente naturale Urus. Come la Urus per Lamborghini, però, la Purosangue consentirebbe a Ferrari di raddoppiare le vendite entro la metà del decennio, portando il Cavallino Rampante a circa 16.000 vetture l’anno.