Realizzata sulla base della i4, potrebbe effettivamente arrivare sul mercato. Per ora gira sui laghi ghiacciati della Svezia

BMW corre sull’elettrico, e lo fa anche con auto dal piglio sportivo come la i4 presentata qualche giorno fa. Adesso sbuca un interessantissimo muletto che fa pensare che la Casa di Monaco potrebbe presto presentare addirittura una M2 a zero emissioni.

L’esemplare avvistato nei test invernali si nasconde sotto la carrozzeria di una normale M2 con qualche modifica sospetta come le tante prese d’aria sul cofano o il diverso paraurti anteriore. Ma è soprattutto dietro che una cosa salta all’occhio: lo scivolo estrattore è, diciamo, più spoglio del solito, essendo che mancano i quattro classici terminali di scarico. Eccola, la prova del fatto che questa M2 è a zero emissioni.

Una base adatta

In fondo, per quanto la BMW Serie 2 sia realizzata su una piattaforma con motore trasversale e trazione anteriore, la variante Coupé, e con essa la versione da sparo M2, è sempre nata sulla base della più grande M4, in modo da avere propulsore longitudinale e trazione posteriore, uno schema più consono a gestire quelli che con la seconda generazione sono diventati 410 CV (addirittura 450 sulla più cattiva CS).

BMW M2 EV Mule/Prototipo

Partendo da questo aspetto, è chiaro che una "iM2", o comunque una M2 elettrica su base i4 (chiamiamola così) non rappresenti poi un gran problema.

Arriverà davvero?

L’auto è ancora nelle fasi iniziali dello sviluppo e non è ancora uscita dal centro prove. Questo lo si sa per certo perché non ha gli adesivi obbligatori che devono essere applicati ai prototipi di auto elettriche che vengono testati su strade aperte al pubblico.

Non è detto quindi che BMW possa effettivamente andare avanti nella messa a punto della M2 elettrica fino a entrare ufficialmente in commercio. Però una i4 M è già stata confermata e una versione simile, ma più piccola e più leggera suona ancora meglio.

Fotogallery: BMW M2 elettrica prototipo

Foto di: CarPix