Oggi è il giorno delle sorprese. Dopo Volkswagen che diventa negli Usa - solo per le elettriche - Voltswagen, arriva la bomba di Tesla e Toyota.

In questo caso però si tratta solo di indiscrezioni, in arrivo dalla Corea del Sud, e più precisamente dal quotidiano Chosun Ilbo, secondo cui la Casa nipponica avrebbe avviato un dialogo con Elon Musk per realizzare un SUV compatto in maniera congiunta.

Una storia che parte da lontano

Ora, che Toyota e Tesla abbiano legami di lunga data è noto, così come nell'ultimo periodo non si siano scambiate esattamente parole al miele. Nel 2010, le due Case annunciarono una partnership per lo sviluppo di una vettura elettrica e, quello stesso anno, Tesla e Toyota sostennero sforzi comuni che portarono alla nascita della RAV4 EV - che sulla versione di serie montava batterie e componenti comuni alla Tesla Model S - auto che fu presentata poco dopo.

Fino a qui sembrava andare tutto bene, ma gli ingegneri dei rispettivi brand iniziarono a scontrarsi sempre più acremente su questioni tecniche: i rapporti andarono via via deteriorandosi, con conseguenze negative anche sullo sviluppo delle rispettive auto elettriche e nel giugno del 2017 Toyota vendette tutte le azioni di Tesla e aprì la propria divisione dedicata all’auto elettrica.

Tesla e Toyota ai tempi della prima collaborazione

Una collaborazione vincente

Da allora sembra passata una vita. Una vita in cui Elon Musk è diventato un punto di riferimento per l'auto elettrica mondiale, mentre Toyota si è affermata in maniera straordinaria sull'ibrido e ha puntato dritto all'idrogeno, guardando però anche al full electric. A condire il tutto le dichiarazioni di Akio Toyoda, che pur non schierandosi del tutto contro le auto elettriche ha affermato apertamente che “sono sopravvalutate”.

Però, oltre le uscite estemporanee, l’impegno verso le zero emissioni della Casa nipponica è concreto e ora, tornando alla questione iniziale, potrebbe concretizzarsi con una clamorosa collaborazione con Tesla che porterebbe enormi vantaggi a entrambe.

Tesla e Toyota ai tempi della prima collaborazione

Tecnologia e volumi produttivi

Da una parte, Toyota potrebbe avere accesso a tutta una serie di tecnologie che rendono Tesla un leader nel campo delle zero emissioni. Dall’altra, Elon Musk potrebbe avere accesso a una rete produttiva in grado di sfornare 10 milioni di auto all’anno.

In tutto questo, le due Case lavorerebbero ad un SUV compatto che sfrutterebbe una piattaforma Toyota e batterie e software Tesla. Come direbbero gli americani: “Best of both worlds”. Ora, considerando che Tesla ha già in mente di fare una compatta da 20.000 euro in Cina, questo nuovo modello come si inserirebbe nell’offerta commerciale? Sarebbe una sorta di doppione venduto su mercati diversi? Sarebbe una vettura ancor più piccola? Sarebbe la Tesla low cost che vorrebbe essere prodotta in Germania? Non resta che attendere nuovi sviluppi.