Si chiama FreZe Froggy e punta al Vecchio Continente entro il prossimo autunno: batteria da 13,8 kWh e 200 km di autonomia a 20.000 €

I cinesi devono avere un debole per Volkwagen. Almeno, questo viene da pensare considerando la Ora Punk Cat, chiaro omaggio al Maggiolino, o la FreZe Froggy, minicar cabriolet che nel nome ricorda una speciale conversione del 1993 sempre su base Maggiolino.

In questo caso, però, nome a parte, la faccenda è completamente diversa. La FreZe Froggy odierna, presentata da Wuling, è una concept due posti-due porte super compatta e naturalmente elettrica.

Arriva nel 2022

L’auto, che in Cina si chiama Hongguan Mini EV Cabriolet, dovrebbe effettivamente entrare in produzione e sarà commercializzata a partire dal prossimo anno. Anche in Europa, dove arriverà appunto con il nome di FreZe Froggy.

Questo perché dietro a questo progetto c’è proprio quel Leonard F. Yankelovich che realizzò la FreZe Froggy “originale”, quella del 1993. Yankelovich, che è un imprenditore lettone, avrebbe già iniziato a raccogliere gli ordini e avrebbe già depositato un marchio FreZe.co e starebbe allestendo una rete di distribuzione per la nuova vetturetta. Non solo, tra gli obiettivi c’è anche quello di creare una rete di ricarica.

Wuling Hongguang Mini EV Cabrio Will Reach Europe Under The FreZe Froggy Name

A partire da 20.000 euro

La Wuling Hongguan Mini EV Concept, che è lunga solo 2,92 metri, sarà disponibile con diversi tagli di batteria con la più grande che arriva a 13,8 kWh. Questa sarà l’unica a essere esportata anche nel Vecchio Continente. Sarà di tipo LFP e dovrebbe garantire un’autonomia di circa 200 km (su ciclo NEDC). A prescindere dalla batteria adottata, l’auto arriverà a una velocità massima di 100 km/h.

  • Batteria: 13,8 kWh
  • Autonomia: 200 km( NEDC)
  • Velocità max: 100 km/h
Wuling Hongguang Mini EV Cabrio Will Reach Europe Under The FreZe Froggy Name
Wuling Hongguang Mini EV Cabrio Will Reach Europe Under The FreZe Froggy Name

Tra le caratteristiche della Mini EV Concept, il tettuccio in tela ad azionamento elettrico che impiega solo 5 secondi per ripiegarsi nell’apposito alloggiamento, dietro i sedili anteriori. Sprovvista di bagagliaio (almeno per ora) ma dotata di un abitacolo particolarmente curato, dovrebbe arrivare in vendita da noi ad un prezzo di circa 20.000 euro. 

In questo modo andrebbe a rappresentare una delle auto a zero emissioni meno costose del mercato. Non tanto da vedere come alternativa alla Dacia Spring, La Dacia Spring debutta a noleggio a 5 euro al giorno (in Francia), ben più spaziosa e versatile, ma magari alla smart EQ fortwo.