Che le auto elettriche sorpasseranno quelle a combustione per numero di vendite non è una questione di "se", ma solo di "quando". La data per accendere la freccia, secondo alcune stime, è il 2030. Ora, però, BloombergNEF prova a guardare ancora più in avanti e a immaginare lo scenario di 10 anni dopo.

Quante saranno le immatricolazioni di vetture a batteria nel 2040? La previsione parla di almeno due terzi del mercato, con il numero di veicoli alla spina in strada ben 22 volte superiore rispetto a quello attuale: 66 milioni contro i 3 milioni del 2020.

Tutto più del doppio

A guidare la transizione saranno gli Stati Uniti, l’Europa e soprattutto la Cina, che già oggi rappresenta il più grande mercato globale di auto elettriche e che guida la produzione delle batterie agli ioni di litio. Il tutto sarà favorito non solo dalle attuali politiche di incentivazione alle zero emissioni, ma anche dai progressi che interessano le quattro ruote e che riducono i costi delle nuove tecnologie.

external_image

Basti pensare che la media di autonomia stimata l’anno scorso per ogni veicolo con una sola ricarica era di 359 chilometri: più del doppio rispetto ai 166 km del 2012. Ad aumentare vertiginosamente, stavolta in soli due anni, è stato anche il numero di colonnine per la ricarica installate nel mondo. Erano 590.000 nel 2018, sono diventate 1,4 milioni nel 2020.

Il picco 4 anni fa

Lo studio di BloombergNEF sottolinea poi che la crescita dei veicoli elettrici riguarderà anche autobus e due ruote. Ma, soprattutto, che la lenta discesa del motore a scoppio "puro", a favore delle vetture elettrificate, è già cominciata.

Il picco di vendite è stato raggiunto nel 2017 e già oggi, grazie a tante Case auto che puntano all’elettrificazione, sono più di 500 i modelli di full electric e ibridi plug-in sul mercato. Il percorso, quindi, è già avviato. La prossima tappa sarà la parità di prezzo tra endotermiche ed elettriche, in attesa di un sorpasso nel 2030. L’unico avvertimento dell’analisi è: fare di più per raggiungere la totale decarbonizzazione nel 2050.