Mary Barra ha deciso. Il ceo di General Motors ha deciso che d’ora in poi la retribuzione dei dirigenti sul lungo periodo sarà legata ai risultati che la Casa raggiungerà nel campo dell’elettrificazione e della transizione energetica.

La nuova strategia sugli stipendi del management sarà applicata già a partire da quest’anno e a stretto giro sarà spiegata nel dettaglio a tutti. Per ora si sa che si baserà sulla valutazione di una serie di parametri che serviranno a fotografare l’operato dei dirigenti.

Qualità, tempistiche e vendite

Dunque, come saranno giudicati i manager nello svolgimento del loro lavoro? Mrs. Barra crede che per decidere i compensi si debba tenere conto principalmente di tre cose:

  • I volumi di vendita in Nord America
  • Il rispetto dei tempi di lancio delle singole auto
  • La qualità delle auto stesse
2022 GMC Hummer EV Edition 1 Pickup in produzione, pronto per le consegne ai clienti
La consegna dei primi Hummer EV ai clienti

Due milioni di elettriche all’anno

La decisione presa da Mary Barra arriva a seguito dell’avvio dei lavori di profonda ristrutturazione degli impianti produttivi di GM, che si appresta a lanciare una serie di auto a zero emissioni sul mercato con l’obiettivo di raggiungere volumi pari a 2 milioni di auto all’anno entro il 2025 e di diventare un brand esclusivamente elettrico entro il 2035.

Barra ha annunciato di voler legare i premi ai risultati ottenuti durante la presentazione degli utili del primo trimestre 2022, spiegando che “i nostri compensi devono essere legati al successo dell’azienda. Nessuno dovrebbe dubitare del nostro impegno nel diventare una Casa che produce auto elettriche: questa è la nostra missione e con questo dobbiamo valutare il nostro operato”.

gm-mary-barra-cadillac-lyriq

Per la cronaca, la Barra ha guadagnato 2 milioni di dollari nel 2020 come stipendio “base” e ne ha presi altri 13 in premi azionari, portando la sua posizione sul titolo dell’azienda che dirige a 23,7 milioni di dollari.

Tesla è nel mirino

Non è un segreto che General Motors voglia rubare a Tesla lo scettro di prima Casa automobilistica per volumi di vendita in Nord America sulle auto elettriche. Per farlo, solo nel 2022, GM ha deciso di stanziare 7 miliardi di dollari per ampliare la produzione negli Usa e ha annunciato una nuova fabbrica per le batterie da 50 GWh all’anno.

La rotta è tracciata, e la volontà sembra chiara, ma nel primo trimestre dell’anno GM, che ha interrotto la produzione della "sfortunata" Bolt, ha consegnato 457 auto elettriche, di cui 99 Hummer. Di strada da percorrere ce n’è ancora parecchia. Però i modelli in arrivo sono tanti (c’è anche la Corvette elettrica) e si pensa che le vendite a zero emissioni subiranno effettivamente una forte accelerazione.

Fotogallery: Foto - GMC Hummer EV, gli accessori al SEMA Show 2021