Dopo 10 anni dal debutto nella mobilità elettrica, Energica Motor aggiunge un altro importante tassello alla sua storia. Il marchio modenese infatti fino ad oggi si era concentrato su moto sportive e ad alte prestazioni, ma per il 2022 ha deciso di allargare la sua gamma aggiungendo la crossover Energica Experia: una moto che non svela solo forme inedite, ma anche una tecnologia di nuova generazione.

Energica Experia: elettrica per viaggiare

La Experia porta in dote la piattaforma Energica Green Tourer di seconda generazione che migliora le prestazioni del propulsore e del pacco batterie per assicurare maggiore autonomia e prestazioni elevate. Il motore sincrono, trifase, a magneti permanenti e con raffreddamento a liquido, raggiunge una potenza di 101 CV, mentre il picco di coppia è di 115 Nm con una velocità massima di 180 km/h.

Il propulsore è stato oggetto di una cura dimagrante ed è stato posizionato più in basso rispetto agli altri modelli del marchio per aumentare ancora il feeling di guida. Alleggerito anche il pacco batteria, che al momento è quello con la maggiore capacità di tutto il panorama elettrico a due ruote: 22,5 kWh (nominale 19,6 kWh) che assicurano un'autonomia di 420 km nell'uso cittadino, o 256 km nei percorsi combinati.

La moto ha un caricabatterie AC integrato da 110-230 V, 50-60 Hz che impiega 7 ore per ricaricare da 0 al 100%, ma con il caricatore DC da 24 kW bastano 40 minuti per lo 0-80% con altri 30 minuti necessari a coprire tutta la carica.

Le prestazioni sono gestite da un ricco pacchetto elettronico con 7 profili selezionabili, di cui 3 completamente personalizzabili, 4 mappe motore e 4 opzioni di frenanta rigenerativa. Di serie anche cruise control, freno elettrico che incrementa l'energia in frenata e mantiene la velocità, controllo di trazione a 6 livelli (disinseribile come l'ABS), antipattinamemnto e antisaltellamento del freno motore e Park Assist con retromarcia. Tutto controllabile dal display TFT da 5".

Energica Experia

Energica Experia: struttura inedita

La nuova generazione di Energica trova una nuova ciclistica: motore e batterie infatti hanno un nuovo posizionamento all'interno del telaio a traliccio in tubi d'acciaio con piastre posteriori di rinforzo in alluminio. Il reparto sospensioni vede una forcella Sachs da 43 mm di diametro completamente regolabile e un monoammortizzatore dello stesso marchio su cui si può intervenire nel precarico molla e nella velocità di estensione.

Brembo firma l'impianto frenante con una coppia di dischi anteriori da 330 mm morsa da pinze monoblocco a 4 pistoncini e attacco radiale, mentre al posteriore c'è un elemento da 240 mm con pinza flottante. Componenti che agiscono sulla coppia di cerchi in alluminio da 17" che calzano Pirelli Scorpion Trail 2 nelle misure 120/70 e 180/55. La sella a 847 mm da terra assicura ai più un buon contatto con l'asfalto, mentre il peso rimane elevato visti i 268 kg.

L'unico dato mancante al momento è quello sul prezzo, ma Energica ha già lanciato i preordini sul proprio sito.

La prima di tante

La nuova piattaforma Green Tourer della Energica Experia troverà presto posto anche su altri modelli del brand modenese, come ha ammesso Giampiero Testoni, CTO di Energica Motor Company:

"È intenzione della Società diffondere queste innovazioni tecnologiche in una famiglia di altre moto elettriche e incorporare inoltre elementi di queste in Energica Inside, la business unit di Energica Motor Company lanciata di recente che si dedica allo sviluppo e alla produzione di propulsori, batterie e tecnologia in numerose discipline e applicazioni”.

Fotogallery: Foto - Energica Experia, la moto elettrica di nuova generazione