Non solo batterie: il Gruppo LG si dà anche alle colonnine per auto elettriche. Lo fa attraverso la divisione Electronics, che annuncia l’acquisizione di AppleMango, player sudcoreano delle soluzioni di ricarica.

Il nuovo acquisto avviene in comunione con GS Energy e GS Neotek. Le quattro aziende asiatiche non rivelano le rispettive quote di appartenenza, ma stando ai media locali pare che LG possieda ora il 60% delle azioni, mentre le due società GS ne avrebbero il 34% ciascuna. Ad AppleMango rimane invece il 6%.

Offerta più integrata

Non sono ufficiali nemmeno le cifre, ma tutta l’operazione dovrebbe avere un costo di circa 10 miliardi di won sudcoreani (quasi 7,4 milioni di euro). La cosa importante, sottolinea il Gruppo, è che ora il suo portafoglio di attività comprende quasi tutte le aree che interessano le auto elettriche: dalle batterie alle colonnine.

Con questa operazione, LG potrà diventare ora un fornitore si soluzioni integrate, potendo unire le conoscenze nello sviluppo delle infrastrutture di ricarica con quelle per la produzione di accumulatori e altri prodotti, come i sistemi di storage e di gestione energetica.

Facili da usare

Lavorando insieme a GS Energy e GS Neotek, LG promette che svilupperà colonnine “complete”, con un’interfaccia intuitiva e possibilità di controllare il “rifornimento di elettricità” in tempo reale. Sfrutterà anche le soluzioni sottili e fast create da AppleMango.

“Si prevede che il mercato della ricarica dei veicoli elettrici crescerà rapidamente grazie alla domanda crescente di vetture più sostenibili”, commenta Paik Ki-mun, vicepresidente senior di LG Electronics.

Sfruttando il nostro know-how e la nostra esperienza nel settore B2B, offriremo soluzioni di ricarica per veicoli integrate e personalizzate per diversi clienti, migliorando la competitività del nostro business esistente e assicurando la nostra disponibilità per le opportunità future”.