E se invece di cambiare la propria auto con una vettura elettrica si cambiasse solo il motore? È questa l’idea di Toyota, esposta dal ceo Akio Toyoda in persona durante il Tokyo Auto Salon, evento durante il quale ha mostrato i programmi sportivi della Casa. “Non vogliamo lasciare indietro nessuno”, ha affermato Toyoda, che ha anche spiegato come il gruppo abbia tutta la tecnologia, l’ingegneria e le risorse per avviare questa iniziativa. Ma di cosa si tratta?

L’idea di base è semplice: visto che ci vorrà molto tempo prima che tutte le auto in circolazione siano elettriche, allora si può pensare di dotare le vetture con alimentazione tradizionale di powertrain a basso impatto ambientale, accelerando nella lotta al cambiamento climatico.

Elettrico sì o elettrico no?

Durante il suo intervento alla kermesse nipponica, il numero uno di Toyota ha spiegato anche che sostituendo i powertrain a benzina e a gasolio di molte auto che attualmente circolano sulle strade di tutto il mondo con componenti in grado di farle funzionare come auto elettriche o fuel cell si potranno ottenere enormi benefici in termini di contenimento delle emissioni di CO2.

Le dichiarazioni di Toyoda hanno suscitato pareri discordanti tra gli addetti ai lavori: alcuni hanno sottolineato una volta di più la volontà della Casa di muoversi verso le zero emissioni percorrendo varie strade contemporaneamente, altri hanno invece letto nelle dichiarazioni l’ennesima conferma che Toyota non è poi così convinta di fare all-in sull’elettrico. Non ancora, per lo meno.

Akio Toyoda durante il suo intervento al Tokyo Auto Salon

Akio Toyoda durante il suo intervento al Tokyo Auto Salon

Matthias Schmidt, esperto in forze alla Schmidt Automotive Research e considerato tra i maggiori analisti in campo automobilistico a livello internazionale, ha così voluto spiegare il Toyota-pensiero. “Se fossimo nel 2025, allora potremmo affermare che Toyota e le altre Case giapponesi sono indietro rispetto alla transizione ecologica. Ma siamo nel 2023 e quindi non si può dire che abbiamo perso il treno. Anzi, probabilmente sono in perfetto orario”.

I piani di Toyota sulle zero emissioni

In effetti, Toyota ha lanciato lo scorso anno un ambizioso piano di elettrificazione della gamma che porterà alla nascita di ben 16 modelli a zero emissioni nei prossimi anni.

Solo negli ultimi mesi, tanto per citare alcune delle azioni intraprese, la Casa nipponica ha mostrato la bZ Compact SUV, concept che anticipa la C-HR elettrica, ha dichiarato che sarà totalmente carbon neutral in Europa entro il 2040 e ha indetto una riunione che si terrà a febbraio con tutti i fornitori per definire nuovi accordi e nuove procedure proprio per sposare al meglio la transizione ecologica.

Fotogallery: Foto - Akio Toyoda durante il suo intervento al Tokyo Auto Salon