L'Alfa Romeo Giulia che ha debuttato nel 2015 è diventata subito una rivale diretta e credibile delle più famose berline premium tedesche, in particolare quelle sportive, che hanno trovato nella Giulia Quadrifoglio un'antagonista molto apprezzata dal pubblico.

Anche negli Stati Uniti, mercato non sempre facile per i marchi italiani, l'Alfa Romeo Giulia ha spopolato. L'annuncio di una nuova generazione elettrica (con molte parti in comune alla nuova Dodge Charger) ha perciò suscitato grande interesse in tutto il mondo.

La nuova Alfa Romeo Giulia, attesa nel 2026, avrà la trazione integrale e una potenza fino a 1.000 CV con cui battere le sportive tedesche sul loro stesso terreno. In attesa di vederla e conoscerla meglio, riassumiamo tutto quello che sappiamo.

Come sarà l'Alfa Romeo Giulia elettrica?

La denominazione Giulia risale agli anni '60, quando Alfa Romeo appose il marchio sul retro di una berlina familiare a quattro porte, battezzandola così. Il nome è stato poi riutilizzato per un breve periodo su un paio di coupé e cabriolet, prima di essere ritirato verso la fine degli anni '70.

Il Biscione l'ha riportato in auge nel 2015 lanciando la prima Giulia moderna, una berlina a quattro porte di medie dimensioni basata su una piattaforma moderna e che utilizza motori a combustione moderni.

Attualmente circolano due voci sull'auto di prossima generazione: una dice che la Giulia elettrica rimarrà una berlina, anche se con un profilo fastback simile a quello dell'Audi A5, mentre l'altra parla di un crossover.

Fotogallery: 2026 Alfa Romeo Giulia Rendering

Ammettiamo però che quest'ultima ipotesi non ha molto senso, perché anche il crossover Stelvio è destinato all'elettrificazione: difficile che la Casa opti per due veicoli simili. Riguardo al resto dell'aspetto, possiamo aspettarci un'Alfa Romeo facilmente riconoscibile dalla griglia triangolare stilizzata e da una serie di fari 3x3.

Il ceo Jean Philippe Imparato ha dichiarato che il design dell'auto è già pronto e sarà un vero spettacolo: "Ciò che abbiamo progettato è una bomba. Non potevamo definire lo stile di questa vettura senza esserne assolutamente innamorati. E ora lo siamo!"

Alfa Romeo Giulia (2025), il rendering di Motor1.com

Alfa Romeo Giulia elettrica berlina (render di Motor1)

Alfa Romeo Giulia EV render

Alfa Romeo Giulia elettrica crossover (render di Motor1)

Qualunque sia il telaio, sembra pure che l'auto sarà basata sulla piattaforma STLA Large di Stellantis e che abbia proporzioni simili a quelle della muscle car americana Dodge Charger.

Cosa alimenterà l'Alfa Romeo Giulia elettrica?

Considerata l'architettura, la vettura promette fino a 1.000 CV nell'allestimento top Quadrifoglio, garantiti da una configurazione a doppio motore e trazione integrale, con la variante base che offrirà 345 CV e quella media, chiamata Veloce, che arriverà a 790 CV.

Rendering della berlina Alfa Romeo

Altro render dell'Alfa Romeo Giulia elettrica

La Dodge Charger Daytona del 2024.

La Dodge Charger Daytona del 2024

Oltre a una versione completamente elettrica, la Giulia di prossima generazione potrebbe essere offerta in alcuni mercati anche con un motore a combustione. In fondo, Alfa Romeo offre già versioni full electric e ibride elettrificate della Junior e una versione ibrida plug-in della Tonale, quindi la scelta non sorprenderebbe.

Quale sarà l'autonomia dell'Alfa Romeo Giulia elettrica?

Secondo alcune indiscrezioni, Alfa Romeo utilizzerà per la Giulia un'architettura a 800 volt e fornirà un'autonomia impressionante, da 800 km con una sola ricarica, grazie a pacchi batteria con una capacità compresa tra 101 e 118 chilowattora (kWh).

2026 Alfa Romeo Giulia Rendering

Alfa Romeo Giulia elettrica, render del posteriore

A proposito di ricarica, nel 2022 si era detto che la vettura sarebbe stata in grado di ricaricarsi velocemente, in soli 20 minuti. Non sappiamo però se l'informazione si riferisse a un "pieno" di energia, dallo 0% al 100%, o di un range inferiore (per esempio 20-80%).

Quanto costa e quando arriverà l'Alfa Romeo Giulia elettrica?

L'Alfa Romeo Giulia attuale parte da 49.850 euro in Italia. Quella elettrica avrà ovviamente un prezzo più alto, ma al momento manca qualsiasi indicazione al riguardo. Il debutto è previsto invece per il 2026.