Per la prima volta nella storia, una moto elettrica da trial ha battuto in un evento FIM (Federation Internationale de Motocyclisme) la concorrenza con motore a combustione interna.

Il tutto è avvenuto alla tappa giapponese del GP Trial2, evento che si è tenuto il 25 e il 26 maggio, durante il quale, in sella a una GasGas TXE elettrica, il pilota Sondre Haga è arrivato primo nella giornata inaugurale.

La moto da cross a zero emissioni ha battuto alcune tra le migliori due-ruote da enduro di sempre, al fianco di una Yamaha elettrica che ha ottenuto un risultato piuttosto simile.

I risultati sono stati da record

Durante la tappa giapponese del GP Trial 2, gli appassionati hanno potuto vedere come si comportano le moto da trial elettriche nei confronti della concorrenza. Ottimi risultati erano stati già raggiunti dal team a febbraio, quando lo stesso Haga aveva gareggiato con la TXE nel campionato spagnolo Trial, con l'obiettivo di raccogliere dati utili alla messa a punto della moto.

La GasGas TXE

In Giappone, invece, lo stesso pilota nonché ex campione del mondo FIM Trial2 e attuale pilota GasGas Factory Racing, ha concluso il weekend con un quinto posto complessivo, dopo due giorni di gara piuttosto complessi.

A separarlo dal secondo posto solo due punti, un risultato che ha messo nero su bianco il fatto che le moto da cross elettriche nei prossimi anni potranno competere sempre più con le loro controparti a benzina.

Una gradita novità

Il fatto che le moto da trial elettriche possano oggi competere in un unico campionato con quelle endotermiche è qualcosa di estremamente recente. Fino a poco tempo fa, infatti, le due ruote da trial a zero emissioni gareggiavano in una classe separata, nota come Campionato Mondiale FIM Trial E, vinto dal 2017 al 2021 per ben quattro volte dalla stessa GasGas con la TXE protagonista dell'articolo, con l'obiettivo - futuro - di competere anche nel Campionato del Mondo FIM Trial GP: scenario che presto potrebbe avverarsi.