A metà giugno, a Stoccarda, si terrà il Battery Show, fiera di settore che, come si intuisce dal nome, darà una panoramica sul mondo delle batterie per auto elettriche. In attesa di vedere quante e quali novità saranno presentate in Germania, già trapelano le prime notizie.

Per esempio, la tedesca Marquardt ha fatto sapere che alla kermesse del prossimo mese porterà una nuova unità di controllo in grado di ottimizzare le prestazioni delle batterie. Vediamo di cosa si tratta.

Salvaguarda la salute delle singole celle

Il prodotto in questione si chiama Cell Module Controller ed è pensato espressamente per le batterie delle auto elettriche. È in grado di elaborare i dati provenienti dalle singole celle e, in questo modo, può migliorare le performance della batteria sia in termini di gestione dell’energia e di capacità della ricarica, sia in termini di risoluzione dei problemi qualora dovessero esserci guasti o malfunzionamenti.

La batteria allo stato semi solido di NIO da 150 kWh

Marquardt afferma che il modulo CMC sarà in grado di lavorare con numerosi tipi di batteria e che funziona bene a prescindere dalla chimica utilizzata, sia essa di tipo tradizionale (nichel-manganese-cobalto) o litio-ferro-fosfato.

A prescindere dal tipo di batteria, il Cell Module Controller raccoglie dati provenienti dalle singole celle e individua squilibri o anomalie per quanto riguarda sovraccarichi, innalzamenti delle temperature e altri problemi. In questo modo, informa l’unità generale di controllo della batteria che, proprio in base alle informazioni ricevute, decide come intervenire per preservare la salute della batteria stessa.

Presto sarà wireless

Al momento, i collegamenti tra il Cell Module Controller e la batteria sono ancora via cavo, ma in futuro l’azienda presenterà un’evoluzione del proprio prodotto che avrà connessioni wireless. Questa soluzione consentirà di risparmiare spazio e materiale, con vantaggi anche in termini di efficienza generale della vettura e di costi.