Toyota non vuole recuperare il tempo perduto soltanto sull’auto elettrica. La prima Casa automobilistica al mondo per vetture vendute sta lavorando sodo anche sul fronte dell’assistenza alla guida e ha fatto sapere che lancerà un veicolo con guida autonoma evoluta in Cina già il prossimo anno.

Nel 2025, quindi, sulle strade del Paese del Dragone, si vedrà un’auto dotata di una tecnologia simile al tanto chiacchierato Full Self-Driving di Tesla. L’auto in questione non sarà prodotta direttamente da Toyota, ma dalla joint venture che la Casa giapponese ha con il costruttore statale Guangzhou Automobile Group: GAC-Toyota.

Si parte con un SUV

Il primo modello a disporre di questa nuova tecnologia di assistenza alla guida sarà un SUV chiamato Bozhi 3X. Potrà viaggiare senza intervento del conducente in autostrada e saprà affrontare in autonomia anche tante situazioni tipiche degli scenari urbani. Inoltre, sarà in grado di parcheggiarsi da solo, raggiungendo l’area designata senza che il conducente si trovi a bordo.

Toyota Kenshiki Forum 2023, tutte le novità

Toyota presenta le novità elettriche del futuro al Kenshiki Forum

Il software alla base della nuova tecnologia sarà sviluppato dalla startup Momenta Global, realtà che ha già attirato l’attenzione di molte Case automobilistiche, tra cui Mercedes. GAC Toyota sta inoltre lavorando con Huawei per poter iniziare a utilizzare sulle proprie auto il sistema operativo sviluppato dal colosso cinese dell’elettronica di consumo. Anche in questo caso, il debutto commerciale di questa nuova piattaforma digitale è fissato al 2025.

Così abbasserà i costi del 40%

L’annuncio di questa nuova tecnologia di guida autonoma è arrivato durante un convegno tenuto nella scorsa settimana a Guangzhou, servito per parlare di innovazione in generale.

Tra le novità riportate, anche una nuova batteria con chimica litio-ferro-fosfato (LFP) che sarà pronta nel 2026 o, al più tardi, nel 2027, e che consentirà di abbassare i costi di produzione di un’auto elettrica di circa il 40%. Questo, almeno, rispetto a quanto Toyota spende attualmente per la bZ4X.

Fotogallery: Toyota bZ Sport Crossover e FlexSpace Concept