Sono tanti i SUV e crossover elettrici apparsi negli ultimi anni come aspiranti rivali della Tesla Model Y. Detronizzare la regina mondiale delle vendite nel 2023 non sarà facile, ma Zeekr ci prova ancora.

L'asso nella manica del marchio cinese si chiama 7X e fa parte dei sette modelli di auto elettriche che il brand vuole introdurre sul mercato entro il 2026. Ma com'è fatto?

Le prime foto

La nuova creatura si presenta come una versione SUV della berlina Zeekr 007: entrambe le vetture montano infatti barre luminose simili, sia davanti che dietro, mentre la linea di chiusura della portiera posteriore termina col bordo dell'apertura della ruota; c'è anche quello che sembra un sensore LiDAR appena sopra il parabrezza.

Zeekr 7X
Zeekr

Posteriore della Zeekr 7X

Zeekr 7X
Zeekr

Interni della Zeekr 7X

Zeekr 7X utilizza l'architettura PMA2+, derivata dalla piattaforma modulare SEA (Sustainable Experience Architecture) della 007, con un sistema ad alta tensione da 800 volt: così si possono ricaricare e guadagnare 500 km in 15 minuti, per un'autonomia totale di 700 km.

Le batterie sono al litio-ferro-fosfato (LFP), mentre le potenze variano da 416 a 636 cavalli in base alle versioni, a trazione rispettivamente posteriore e integrale. I prezzi sono di 240.000-350.000 yuan (30.500-44.500 euro).

  • Dimensioni: 4825/1930/1656 mm; passo di 2925 mm
  • :Motore: 416-636 CV
  • Autonomia: 700 km
  • Batterie: LFP
  • Prezzi: 240.000-350.000 yuan (30.500-44.500 euro)

Fuori dalla Cina? Difficile, ma...

La 7X arriva però in un momento complicato per Zeekr e tutta l'industria cinese dei veicoli elettrici, colpiti da nuovi dazi sulle importazioni in Europa e Stati Uniti. Non è comunque da escludere che qualcosa del nuovo SUV si mostri anche dalle nostre parti sfruttando i rapporti con "cugine" come Volvo e Polestar, riunite sotto il tetto della famiglia Geely.

Fotogallery: Zeekr 7X

Fonte: Zeekr